CANDIDA VAGINALE, COME SI CURA E COME SI PRENDE. E SE SONO INCINTA?

Spread the love



Sono recidiva. Eh sì, Candida mi ha sgamato! Questo è il risultato del test che ho appena fatto sul sito “Tu la conosci Candida?”, dove ho risposto bene a quasi tutte le domande…fin troppo, dato che “temiamo che la tua grande cultura derivi dalla frequenza delle sue visite”.

In effetti Candida e io ci conosciamo già da un po’ e soprattutto durante il mio lungo viaggio in Sudamerica, in 8 mesi, è venuta a trovarmi almeno un paio di volte. Pensavo di averla presa nei tanti – troppi!- bagni in condivisione che ho frequentato e non sempre puliti alla perfezione eh! Invece no. Rispondendo al quiz ho scoperto che la candida è come l’herpes...ce l’hai già dentro e riesplode nei periodi di stress o quando vi è un calo delle difese immunitarie.

Questo cartello l'ho trovato sulla porta di un bagno di Quito. La semplice verità!

Questo cartello l’ho trovato sulla porta di un bagno di Quito: “la semplice verità!”

Contribuiscono alla sua comparsa anche una dieta non bilanciata o l’utilizzo di alcuni farmaci. La prima volta è venuta a trovarmi quando mi trovavo a Caracas e, non sapendo bene che fare, sono corsa in farmacia e ho comperato un antimicotico, forse proprio Gyno Canesten: tempo 3 giorni e prurito e rossore erano svaniti. La candida è tornata a bussare a “quella porta” quando ero ormai a Buenos Aires, dopo 4 mesi; ma intanto avevo già attraversato Colombia, Ecuador, Perù e Bolivia con una salmonella nel mezzo! Insomma, se non ero stressata io, chi doveva esserlo? 🙂

Ah proposito, io ho detto candida – che è il fungo, la Candida albicans – ma avrei dovuto dire candidosi, questo il vero nome dell’infezione.

Oltre a rossore e bruciore, come sapete, possono comparire anche dolore durante i rapporti sessuali e perdite biancastre inodori. A proposito di rapporti sessuali, vi ricordo che anche i vostri compagni possono prenderla; in loro però non si manifestano questi sintomi per, cui tante volte, ce l’hanno e non se ne accorgono! Comincia così il cosiddetto effetto “ping-pong”: io la passo a te, tu la ripassi a me e così via finchè entrambi non si fa una cura ad hoc.

Sapete che la candidosi, se non curata, può durare tutta la vita? E’ la recidiva (sì, il mio profilo nel test! :-)).

E in gravidanza? Come comportarsi quando ci viene a fare visita proprio in quei nove mesi? Come descritto nel sito Tu la conosci Candida – che vi invito a visitare per fare anche voi il test online – anche quando si è in dolce attesa è consigliato l’uso di prodotti antimicotici ad azione locale ma è importante rivolgersi al proprio ginecologo per trattare l’infezione. La gravidanza è proprio uno di quei periodi in cui Candida si diverte di più a farci visita…un’amica davvero impicciona.

Ma chi l’ha invitata questa Candida? 🙂 Se volete conoscerla meglio, ma solo a debita distanza, guardate un po’ qui sotto…



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *