CARA RAFFAELLA FICO HAI ESAGERATO MA CHI TI HA CRITICATO NON E’ DA MENO

Spread the love


Le parole hanno un peso enorme e non di rado, nel dubbio, è sempre meglio dirne un paio in meno che rischiare di fare figuracce come quella appena fatta da Raffaella Fico. Io però una lancia, in suo favore, mi sento di spezzarla.

Giustamente tanta gente si è sentita indignata dopo queste sue dichiarazioni:

Un figlio di calciatore viaggia in prima classe in treno. Non vorrei che un giorno mi dicesse: come mai noi viaggiamo in seconda e non in prima se mio papà fa il calciatore?”

Questa frase è stata detta, dopo che le era stato chiesto di precisare cosa intendesse dire quando al settimanale “Chi” aveva dichiarato:

Crescendo, mia figlia, si renderà conto di chi è Mario Balotelli e non deve subire complessi di inferiorità nei confronti di altri figli di calciatori.

Ecco, di sicuro poteva scegliere una metafora migliore per dire che è nel suo interesse tutelare la figlia affinchè abbia i diritti economici che le spettano. Cara Raffaella non capisci un fico, se davvero non ti sei resa conto di quanto sia stata inopportuna questa tua esternazione. Su questo punto direi che siamo tutti d’accordo. Tuttavia molte delle cose lette sul suo conto su internet – compresa la mia pagina Facebook – non mi sono piaciute neanche un po’. Gente che gli augurava di finire sotto le rotaie di un treno, chi le dava della troia, chi la bollava come una cattiva madre “perchè la vedo con la figlia solo nei servizi posati” (???). Queste cose sono inammissibili. Peggiori delle frasi infelici della Fico.

Se da un lato questa ragazza non mi fa simpatia, non posso però non considerare anche la sofferenza che deve aver attraversato il suo cuore, e che molto probabilmente di Mario Balotelli, è stata innamorata. Molti dicono: “Certo, fosse stato dietro a una bancarella, non se lo sarebbe cagato di striscio…”.

Probabile.

Ma diciamoci la verità: quando ti piace una persona, ti piace per tutto quello che è e rappresenta nella società. Il fascino è fatto di tante cose: bellezza, carisma, posizione sociale. Poche storie.


pia-la-figlia-della-fico-che-sbadiglia-in-braccio-alla-mammaLa Fico, oltre a far fronte al dolore legato alla fine di una relazione, ha dovuto sopportare quello ben peggiore di non vedere riconosciuta la paternità della creatura che portava in grembo. Nemmeno dopo, quando è nata, Pia. Quando era evidente agli occhi di tutti che quella piccoletta era identica al padre.

Ha venduto l’esclusiva della nascita ai rotocalchi? Lo fanno tutti. Lo ha fatto la Cuccarini all’epoca dei gemelli, lo ha fatto di recente Carmen Russo, lo fa la Hunziker…però se lo fa la Fico è una stronza, “sfrutta la figlia”!

E se invece fosse stata solo una mamma che – dopo aver ricevuto i peggiori insulti e illazioni- aveva voglia di mostrare che la sua bambina era di colore come il padre?

Insomma, provate un secondo a mettervi nei suoi panni. Io faccio davvero fatica perchè al mio fianco ho un uomo che mi ama, che quando gli ho detto che aspettavamo un bambino si è commosso fino alle lacrime e che quando ho partorito era in stanza con me. Se le cose fossero andate diversamente, forse, un po’ di rabbia, ce l’avrei avuta anche io.

Ricontattata dopo la frase infelice sul treno di seconda classe, la Fico si è limitata a dire che intendeva dire che “ognuno per i propri figli vuole il massimo e la serenità”. 

Ecco, la Fico con queste parole sembra essere tornata in sè. Qualche volta, quando siamo arrabbiate capita di dire cose senza senso. A lei capita spesso, è vero, però non mi sento di bollarla come una cattiva madre solo per questo, come invece fanno in tanti. Saprei invece dire con sicurezza chi, invece, fino ad oggi è stato un cattivo padre.

Lo dicevo all’inizio, le parole hanno un peso enorme. E questo è un discorso che vale per tutti.



Spread the love

8 pensieri su “CARA RAFFAELLA FICO HAI ESAGERATO MA CHI TI HA CRITICATO NON E’ DA MENO”

  1. Sono d’accordo con te. La frase è molto infelice, e personalmente la biasimo per lo scivolone, solo che un conto è farsi un’idea fra le nostre quattro mura, un conto è farlo sul web riversando fiumi di veleno. Resta il fatto che troppo spesso le reazioni social fanno rabbrividire! Quando poi si tratta di vip, sappiamo bene che sono sempre sotto l’occhio del mirino perché si parte dal presupposto che siano dei privilegiati, e questo è un esempio fra tanti..

  2. Mi dispiace ma non sono d’accordo con voi…per nulla. Non trovo la Fico particolarmente materna e, non xchè ha venduto l’esclusiva delle foto della figlia ma semplicemente xche da come parla in TV da come si è comportata, nelle varie trasmissioni e NON x quello che si legge, mi sembra un arrivista. Punto e basta. Sono una mamma di 43 anni e, molto probabilmente neanche delle migliori, ma Vi posso dire che non metterei MAI mio figlio in pasto alla curiosità morbosa della gente – infatti non lo messo neanche su FB- La fico che è notorio non capisce un fico ma qualcos’altro sì, sta provando in tutte le più vili maniere, cioè usando una bambina indifesa, ad avere il riconoscimento da un padre che NON voleva essere padre ma ci è diventato lo stesso ben sapendo che, una volta ottenuto il mantenimento della piccola, lei farà la vita da nababba. Sinceramente se un padre nn riconosce tuo figlio, non lo vuole in pratica, a che ti serve il riconoscimento? Per un fine affettivo? per creare un legame con tua figlia? Sì la Fico lo vuole il legame…con il conto corrente bancario…Ma dai!

    1. Io però continuo a pensare che la piccola abbia diritto ad avere quello che le spetta, sia anche solo una montagna di soldi…certo sarebbe più bello una montagna d’affetto, ma queste sono cose che non si possono forzare. Insomma, se un giorno vorrà frequentare le migliori università internazionali o farsi il giro del mondo, dovrà poterlo fare perchè nelle condizioni economiche di farlo. Il riconoscimento c’è già stato, era troppo evidente, così Balotelli ha fatto il test dopo quasi un anno e mezzo e salutato la sua “dolce Pia, figlia mia” via Twitter (testuali parole)

    2. Io non sono affatto d’accordo con quello che dici sulla paternità non desiderata. Nel XXI° secolo, se non vogliamo un figlio, ci sono molteplici metodi contraccettivi. Se lui non è stato attento, le sue responsabilità sono al 100%. Su questo non si discute, mi dispiace. Sono secoli che le donne sono vittime di una mentalità maschilista che giustifica comportamenti inaccettabili. Per quanto riguarda il riconoscimento, è fondamentale nella nostra società. Quelli che non portano il cognome del padre sono ancora considerati come dei “bastardi” e, fino a poco tempo fa, non avevano diritto a l’eredità che gli spettava. Conoscendo più di una persona in questa situazione, posso testimoniare del peso psicologico col quale vivono. Non riconoscere un bambino equivale a non riconoscerli il diritto di vivere nella nostra società (parole di uno psicologo).

  3. ho sentito in diretta l’intervento di Raffaella e non ho trovato così’ scandaloso quello che ha detto .mi sembrano molto ipocriti quelli che dicono che non vorrebbero per la loro figlia una vita agiata e sicura e il treno era una metafora detta in modo che si e’ potuto interpretare e chissà’ perché’ per raffaella e’ sempre in negativo. io mi scandalizzo di più’ di un padre che x 12 mesi non ha riconosciuto la figliar poi lo fa’ su un pc . inoltre le tanto decantate lacrime di Napoli ,dove tutti a giustificare che aveva avuto una settimana dura , cosa doveva fare Raffaella per tutta la gravidanza e per tutti i mesi che ha provveduto con il suo lavoro ? due pesi e due misure , siamo ancora molti bigotti specialmente nei confronti di una ragazza che può’ sbagliare, mentre all’uomo si perdona tutto.ex ammara come puoisapere se e’ materna o meno, hai vissuto con lei?

  4. Stavamo parlando della Fico e del suo comportamento, x quanto riguarda il padre x me è peggio della madre. Gli errori si fanno in due, non sono così ipocrita. Ma chi ha il compito di crescere, educare,e PROTEGGERE i figlio sono madre e padre che in questo caso hanno fatto pietà. Quello che io trovo scandaloso è lo ribadisco e sto fatto di mettere in mostra la prorpia creatura pur di arrivare ad uno scopo che possa essere x pubblicità, per cercare della notorietà o come in questo caso ‘per farle avere ciò che le spetta dal padre’. Giusto! Ma non fatelo in tv, sui giornali scandalistici. Ci sono le giuste sedi x questo, tribunali e quant’altro. Abbiate rispetto x quella piccola creatura che è nata SENZA chiederlo!!!…x quanto riguarda il padre…ma come riconosci tua figlia e dovresti esserne perlomeno contento, se lo hai fatto di cuore, poi perdi una partita stando in panchino o che so io e ti metti a piangere? Mo usate la piccolina pure come scusante perchè non si è giocato bene?! Ma dai!!!!
    Per Flo. io non ho vissuto con lei, ma onestamente parlando, da madre o meno, tu metteresti il tuo/a piccolo/a cucciolo/a così davanti alla morbosa curiosità della gente? Alla sua cattiveria e falsa pietà? non lo so sai….qualche dubbio mi viene…

  5. xANNMARA
    Anch’io sono una mamma e ho anche una mamma che e’ stata adottata da piccola, quindi ho conosciuto che cosa può’ creare il dolore di un abbandono, anche se mia madre e’ una donna in gamba e ha trovato una famiglia meravigliosa. perché’ difendo Raffaella? perché’ molti Vip usano il gossip x le nascite dei propri figli , descrivendo minuziosamente da quando si svegliano a quando si coricano, i matrimoni e flirt inventati,veri ecc ecc.Non ho visto una crociata contro questi personaggi xche’ fa’ parte del gioco , fanno vendere giornali. tornando a raffaella ha dovuto anche proteggersi da molti attacchi da parte di Balo , vedi gazzetta dello sport , la richiesta del DNA , la lettera dei genitori . io trovo che ci sia molta ipocrisia da parte di alcune commentatrici televisive che non ho mai visto in seconda classe come una pendolare , che se non parlassero di gossip non avrebbero ne ‘un programma televisivo ne’ ‘visibilità’. CIAO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *