FAZZOLETTINI TEMPO, PER MAMME CHE NON HANNO MAI TEMPO

Spread the love


Ieri li usavo a scuola nella versione balsamica, oggi nella versione pelli sensibili per mia figlia e pocket per le micro tasche di mio marito. I fazzolettini Tempo sono davvero uno di quei marchi senza tempo ideali per famiglie sempre di corsa come la nostra

Ho tanti difetti. Sono disordinata, disorganizzata e pigra. Ma da quando sono mamma, ho cercato di contenere questi lati del mio carattere. Con scarsi risultati, perché è difficile cambiare a 30 anni! Il mio problema è sempre stato il “tempo”: troppo poco e sempre tutto di fretta. Così, spesso, qualcosa che avrei dovuto portare con me, rimane  sul tavolo, sul comodino, ecc.

Su una cosa però mi sono fatta furba: i fazzolettini di carta; quelli, a differenza del mio tempo, non mancano mai! E ironia della sorte, si chiamano proprio “Tempo”.

Beh, immagino li conoscerete tutti. Quando andavamo a scuola, nella versione balsamica, erano la nostra “droga” quando avevamo il raffreddore. Che ridere, a rimpensarci…ad annusare e riannusare di continuo quei fazzoletti durante la lezione. 

A proposito di giovani, da poco si è chiuso il concorso che Tempo ha indirizzato agli studenti dello Ied – l’Istituto Europeo di Desgin che ha sede a Milano. Ai ragazzi era stato chiesto di disegnare il packaging di un’edizione limitata dei fazzolettini.

A breve, il progetto più votato sulla pagina facebook di Tempo  verrà messo in produzione, inoltre Nicoletta Santini – questo il nome della vincitrice – si è aggiudicata anche un viaggio premio a New York per due persone. Che bella esperienza per una ragazza ancora agli esordi! Ma anche chi ha votato non è rimasto a bocca asciutta: Marta Calabrò, Matilde Fornari, Flaviana Boni, Chiara Ambrosi, Simona Gatto sono le fortunate vincitrici di 5 pacchetti Total Wellness Terme e Relax .


Il progetto vincente!

                                                                                              Il progetto vincente!

Oggi, i fazzolettini Tempo  li uso anche con mia figlia: sono morbidi e multivelo, dettaglio non da poco visto che Babyrisparmio quando starnutisce, fa certe candele…che a volte stento a credere siano uscite da un nasino tanto piccino!

Lo starnuto è sempre in agguato: in cucina, in salotto e naturalmente in macchina, di solito quando sono in tangenziale e viaggio spedita, senza poterti fermare. E’ qui che do il meglio di me: prima di mettermi alla guida, apro già un fazzolettino così che sia pronto. Poi, al momento del bisogno, con una contorsione degna di una massagiatrice thai, mi piego lestamente all’indietro verso il suo nasino e “agguanto” la preda con il fazzolettino.

Ed eccoci, noi e i nostri nasi :-)

Ed eccoci, noi e i nostri nasi 🙂

La cosa buffa è la faccia di Babyrisparmio, che ormai ha capito che quando mamma non può intervenire subito, mi aspetta da brava senza toccare nulla e respirando con la bocca semichiusa.

Un capitolo a parte merita anche Papàrisparmio, perenemmente raffreddato. Come sapete è colombiano e vive in italia da circa tre anni, dunque ogni raffreddorre è suo. La stessa cosa accade a me quando vado in Colombia: Paese che vai, virus che trovi! Spero che prima o poi si abitui ai nostri ceppi di raffreddore, perché ha il vizietto di lasciare i fazzoletti in giro per tutta casa.

Ma almeno io li lascio nuovi…pronti all’uso, non u-sa-ti!



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *