ID-10063615

INTERNET, COME CONTROLLARE DOVE NAVIGA TUO FIGLIO

Spread the love


Controllare i figli su internet per essere sicuri che non navighino in siti poco sicuri o inopportuni? Lecito oppure no, oggi ci sono dei software e delle applicazioni per pc e telefonino per aiutare noi genitori in questo delicato compito. E google lancia i profili under 13 con controllo parentale incorporato

Sono in arrivo, per smartphone, tablet e computer, nuovi strumenti che aiuteranno i genitori a controllare quanto arriva ai piccoli su Internet.

ID-10063614Google in effetti sta per lanciare nuovi profili esclusivi per gli under 13, che già accedono “illegalmente” ad alcuni servizi Internet mentendo sull’età (molto spesso con il consenso dei genitori). A breve i ragazzini potranno accedere in maniera legale a YouTube ed avere un account Gmail, ovviamente con un pesante filtro che li proteggerà dai contenuti non appropriati, ai quali attualmente accedono attraverso gli account fasulli.

Secondo quanto si legge sul prestigioso Wall Street Journal, “All’inizio di quest’anno Google stava sviluppando una versione di YouTube su misura per i bambini e fruibile dai tablet. Ora l’azienda sta cercando di stabilire un nuovo sistema che permette ai genitori di organizzare gli account dei propri figli, controllare come usano i servizi di Google e quali informazioni sono raccolte“.

Oggigiorno c’è una verifica dell’età dei giovani utenti sui servizi Google, ma soltanto se l’account viene creato da un computer. Sul pc poi esistono diversi programmi e software che i genitori possono installare per bloccare l’accesso a certi siti web, immagini, parole specifiche sui risultati di ricerca, etc.

ID-10063615


Ma ultimamente il problema principale è che i ragazzini navigano soprattutto da Internet mobile, ovvero dal cellulare o tablet, lontani dagli occhi di mamma e papà. Fortunatamente, il nuovo controllo parentale che il colosso del web ha in cantiere verrebbe esteso anche ai dispositivi Android, raggiungendo una gran quantità di telefoni cellulari e tablet; per questo motivo, meglio non comprare ai ragazzini un iPhone, iPad o un Nokia ma preferire invece i dispositivi Android (quasi tutti quelli targati Samsung). Se volete acquistare un telefono cellulare nuovo, Samsung o no, su portali come SosTariffe.it troverete tutte le migliori offerte al riguardo.

Nel caso di Facebook, siccome non è un prodotto di Google, non ci sarebbero cambiamenti. Ricordiamo che il famosissimo social network è vietato agli under 13, che però riescono a farsi in ogni modo un account, spesso con l’aiuto degli adulti.

Purtroppo i ragazzini sono molto abili con le tecnologie, a cui hanno accesso dappertutto, e questo è un vero problema per i genitori.

Ad esempio, questa preoccupazione ha portato ad una mamma americana a creare un’applicazione Ignore no more che blocca il telefono cellulare dei ragazzi che ignorano le chiamate e gli SMS dei genitori. Così, se i figli non rispondono, vengono banditi giochi, il web e la chat, lasciando come uniche chiamate possibili i numeri di emergenza.

Altri genitori custodiscono il codice segreto per riattivare il telefono, ma sicuramente tutte queste misure non bastano e serve l’aiuto anche da colossi come Google.

 



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *