ITALIANE, CONFUSE E INFELICI DEL PROPRIO CORPO:10 TRUCCHI PER RITROVARE IL SORRISO

Spread the love


L’attenzione per la linea resta uno dei chiodi fissi di noi italiane, che pure siamo tra le più in forma d’Europa. Perchè? A rilevarlo una recente indagine di Kellogg’s Special K che in 10 punti-chiave ci spiega come ritrovare l’autostima perduta.

Sono nata nell’epoca sbagliata!“. Quante volte, parlando di peso, lo abbiamo sentito dire e,  magari, detto a nostra volta?!  

Chi ha i fianchi larghi doveva nascere ai tempi di Marylin; chi invece ha poco seno, quando la regina dei rotocalchi era Twiggy. Quante invece sarebbero dovute appartenere all’epoca di Cindy, Linda e Naomi, donne dalle forme perfette? Tutto al posto giusto, né troppo, né troppo poco?  Io di sicuro, no! : -D

E invece eccomi qui, figlia degli sfavillanti anni ’90, con un’ “aggravante” in più: essere alta 1,80 cm. Insomma, un’altezza da modella, ma con il fisico rigoglioso di un’adolescente, con qualche chilo in più sulla bilancia. Della serie: “Vorrei ma non posso!”.

Essere donna e avere 15-16 anni negli anni ’90 non è stato facile. Chi ci è passata lo sa.

Del resto, l’adolescenza è un periodo davvero complesso sotto molti punti di vista: i primi amori, la consapevolezza del proprio corpo e le prime (tante!) insicurezze. Così anche se Babyrisparmio ha appena 22 mesi, ogni tanto mi fermo a pensare a quando toccherà a lei attraversare questa fase…e lo dico onestamente: ho paura!

Paura che lei possa perdersi in pensieri e immagini fuorvianti come è capitato a molte di noi, figlie di quell’epoca. Ricordate in tv? Top model incoronate nuove dive del momento, canoni di bellezza da inseguire, televendite dalla mattina alla sera con prodotti brucia grassi e mettiamoci dentro pure programmi come “Non è la Rai”. Una congiura! 🙂

Eccezioni come Gisele non ci tirano su il morale..ma tant'è! Perfette a pochi mesi dal parto. Ma sì..un bel chissene collettivo dai! ;-)

Eccezioni come Gisele non ci tirano su il morale..ma tant’è! Perfette a pochi mesi dal parto. Ma sì, un bel chissene collettivo dai! Del resto, anche loro hanno tutto il diritto di essere perfette 😉

 

L’influenza che i mass media hanno sulle giovanissime è davvero enorme. Ce l’hanno persino sugli adulti!

Mi conforta però il fatto che oggi le aziende stiano, praticamente tutte, facendo un passo indietro, dando sempre minore importanza all’aspetto esteriore. Il messaggio che si vuol far passare oggi non è più “magro è bello” e nemmeno “magro è sano”, ma piuttosto:

Stare bene con il proprio corpo è bello e anche sano

Poi è vero, geneticamente possiamo avere un bel sederotto, la vita larga o stretta, possiamo essere a mela, pera, banana o carota, ma la cosa più importante è stare bene con se stessi. Non è con il peso che dobbiamo commisurare la nostra felicità. 


Per questo sono contenta che oggi si tenga d’occhio questo aspetto. Di recente, per esempio, Kellogg’s Special K ha condotto un’indagine a livello europeo che mi ha molto colpita.

Pensate che sul campione preso in esame, le donne italiane sono quelle che trascorrono più tempo a pensare alla forma fisica (più che al sesso e alle vacanze, ci rendiamo conto?!).

ricerca kellog's fat talks

L’unica spiegazione che so darmi (o che forse voglio darmi) è che questi risultati siano il frutto di anni e anni di messaggi sbagliati lanciati negli ultimi decenni. E che noi donne adulte “generazione di veline” ancora paghiamo le conseguenze di questa cultura dell’apparire estremo. Guardate un po’ qui…

Ricerca (1)

Per i nostri figli, però, le cose devono cambiare.

Proprio in questa direzione, sempre Kellogg’s Special K, ha redatto un Positivity Plan, ovvero un piano d’azione che si sviluppa in dieci punti teso a migliorare la propria autostima.

  1. Concentrati sulla tua positività
  2. Sii gentile
  3. Sii ottimista
  4. Pensa ai piccoli risultati piuttosto che ai grandi
  5. Persegui i tuoi obiettivi di vita
  6. Guarda tutto in prospettiva
  7.  L’amore è tutto ciò di cui hai bisogno
  8. Adotta la terapia del grazie
  9. Non dimenticare il fattore “divertimento
  10. Positivamente motivate

Ve li ho messi tutti, perchè non ce n’è uno meno importante dell’altro. Basterebbe adottarne la metà alla lettera per condurre una vita più serena. Vorrei tanto che per quando Babyrisparmio sarà una giovane ragazza, indipendentemente dal messaggio che un’azienda debba veicolare sui mass-media, alla base ci fossero sempre questi valori.

Per un mondo, non solo più in forma – perchè tenere al proprio aspetto è salutare – ma anche più bello, dentro e fuori!



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *