Infissi in alluminio fuori legge

LA TRASMITTTANZA TERMICA DEGLI INFISSI, LA LEGGE DICE CHE NON PUOI PIU’ INGNORARLA

Spread the love

Con un decreto pubblicato nel gennaio 2017 sono stati introdotti dei criteri ambientali per gli edifici pubblici che entreranno in vigore dal 2021. L’alluminio e il legno cedono il posto agli infissi in pvc. Ecco perchè, e cosa cambierà per le case

La trasmittanza termica, indicata con U(W/m2K), è un flusso di calore che passa attraverso una struttura che chiude e delimita gli ambienti di diversa temperatura di un edificio.

Lo si assegna agli infissi per determinare quanto una struttura sia capace di trattenere il calore o il fresco prodotto da termosifoni e condizionatori e, quindi, capire se l’intera struttura permette un risparmio energetico.

Sulla base dei cambiamenti tecnologici che sono stati riscontrati negli ultimi anni in edilizia, sono stati fissati delle regole per la costruzione e la ristrutturazione degli edifici pubblici. Questo significa che le pubbliche amministrazioni dovranno seguire criteri ambientali minimi (CAM).

Per quanto riguarda gli infissi, dal 2021 sarà imposto un limite di trasmittanza termica che varia a seconda della zona climatica, come puoi osservare nella tabella.

 

Zona climatica U(W/m2K)
A e B 3,20
C 2,40
D 2,10
E 1,90
F 1,70

 

Questi sono i valori validi a livello nazionale per la sostituzione di serramenti e la riqualificazione energetica, che sono stati modificati a livello regionale e attivati già nel 2017 per anticipare quelli nazionali.

trasmittanza infissi

Cosa significa tutto questo? Se vorrai usufruire delle detrazioni per infissi del 65%, che nel 2018 scenderanno 50%, bisogna consultare bene le regole regionali e rispettare questi valori di trasmittanza scegliendo dei materiali che permettono un ottimo isolamento termico.

Infissi in legno e alluminio? Da preferire quelli in PVC

Vengono “banditi” quindi gli infissi in legno e quelli in alluminio e si preferiscono i serramenti in pvc. Chiamato anche cloruro di polivinile, questo è un materiale molto versatile, tra i più utilizzati nella produzione di serramenti. Ecco alcune delle sue caratteristiche:

  • molto leggero;
  • durevole nel tempo;
  • resistente al fuoco, alla pioggia e ad altri agenti atmosferici;
  • poco permeabile al vapore;
  • con ottimi valori di isolamento sia termico che acustico.

Il pvc è quindi la scelta ideale, che offre una trasmittanza termica tra 1,20 e 2,00 U(W/m2K). Inoltre, essendo facilmente lavorabile può fornire un prodotto personalizzabile per forma, profilo e finiture. Si rivela adatto ad ogni stile o esigenza.

Il pvc, però, non viene inserito tra i materiali preferiti dalla bioedilizia, perché non è considerato ecosostenibile per la sua origine plastica. Tuttavia, come sottolineato durante l’evento organizzato da PVC Forum lo scorso ottobre, il cloruro di polivinile ha dei vantaggi anche ambientali legati alla sua durevolezza e alla componente di materiale riciclato che viene utilizzato per la sua produzione. Quest’ultimo punto si allinea al VinylPlus, un programma volontario per l’industria europea del pvc che vuole rendere il materiale eco sostenibile utilizzando additivi naturali, con meno emissioni in fase di produzione e controllando il ciclo di vita dei materiali in pvc.

Infissi in alluminio fuori legge

Un’alternativa al pvc è presentata dagli infissi a taglio termico. Questa è una tecnica utilizzata per migliorare le prestazioni isolanti dei serramenti, specialmente quelli in alluminio o legno-alluminio. Consiste nell’inserimento di un materiale a bassa conducibilità in corrispondenza della camera interna dell’infisso. In questo modo, la trasmittanza termica di un infisso ad alluminio con taglio termico è di circa 2,20 – 3,80 U(W/m2K), una notevole riduzione rispetto al loro valore normale che si aggira intorno ai 7 U(W/m2K).

Bisogna quindi accogliere questa notizia con positività e vederla come un’occasione per ristrutturare gli edifici pubblici in un’ottica “green” e, perché no, iniziare a rendere le nostre case eco sostenibili con infissi isolanti.


Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.