L’AMORE AI TEMPI DI FACEBOOK: FENOMENOLOGIA DELL’UOMO MARPIONE SU FACCIALIBRO

Spread the love


Oggi vado un po’ OT ma 10 anni fa esatti nasceva Facebook. Non posso far finta di nulla, perchè faccialibro – come lo hanno ribattezzato in tanti – ha cambiato le nostre vite, le relazioni,  il modo in cui comunichiamo (non ci credete? Andate alla quinta parola di questo post!).

Facebook, quanto a stravolgimento, è alla stregua delle grandi scoperte dell’umanità: la luce, l’antibiotico, l’allunaggio. Senza nulla togliere al lustro di certe scoperte in campo medico, che mai hanno la risonanza che meritano, Facebook ha dilatato o ristretto la vita di tutti noi. Dilatato, perchè per alcuni, quella su Facebook è quasi una vita parallela, a se stante, una seconda identità.  Ristretto, perchè se dovessimo contare tutte le ore passate davanti a un pc o a uno smartphone a leggere, dire, fare, baciare… molto probabilmente ci verrebbe un coccolone. Tempo rubato alla vita vera? Che ne dite?

Oggi che sono felicemente sposata, ho una bimba piccola e il “lavoro” di blogger che mi impegna parecchio, il mio profilo personale è quasi fermo, ma quando ero più giovane, Facebook ha reso cose impossibili…possibili. Cose che voi umani non potete capire eh eh!

Scherzi a parte, dopo anni di onorata carriera, tra corteggiatori tonti e meno tonti, una cosa l’ho imparata:  quando diffidare da quel tizio perchè di sicuro non ne caverai nulla di buono…cominciamo!

fonte: fourwallsonly.com

fonte: fourwallsonly.com

  • IL COMMENTONE

E’ il tipo di uomo che commenta ogni cagata tu scriva.

Tu: “Giornata di m. sono a pezzi. Ho bisogno di stare un po’ da sola, di silenzio!”.

E lui sotto: “Tesoro mi dispiace, ti chiamo così mi racconti…”

Non ci arriva, è più forte di lui! Deve commentare tutto e sempre, anche a costo di dire minchiate, appunto! Ovviamente non farà molta strada con voi, perchè dovete cercare di annientarlo immediatamente. L’errore più grande che possiate fare? Cliccare “mi piace” a un suo commento. Ovvio che per lui varrà come cenno di approvazione e allora comincerà a parlare da solo sotto il vostro post: per la serie “si faccia una domanda, si dia una risposta. Marzullo docet!

  • IL VELOCIRAPTOR

Questo è il tipo di uomo che pensa che tu non abbia una cippa da fare tutto il giorno. Cioè che non devi parlare col tuo capo, lavare, stirare, magari vederti con le amiche, farti una doccia con calma, cucinare…insomma tutte queste cose della vita normale. Con lui o è botta e risposta o se no “Ehhhh….ma come te la tiri!”. E comincia coi messaggi: “”Rispondere no?”; e poi subito dopo “Domandare è lecito, rispondere è cortesia”. Il tempo di una pausa bagno un po’ più lunga – ci siamo capiti! 😉 – e ti ritrovi la mail invasa dalle sue perle da velociraptor, detto anche lo schizzato!

  • LO SBRODOLONE

Se non desta il benchè minimo interesse in voi, beh…fuggite subito da questa subcategoria di uomo. E’ quello che ti scrive i papiri, che per raccontarvi la sua giornata, comincia da quando è suonata la sveglia, che gli prudeva la chiappa destra, che poi si è alzato e che però non aveva digerito bene e così ha dormito male….insomma, una palla atomica! Bocciato all’istante, anche se fosse un figo fotonico.

  • L’INSONNE

E’ quello che per beccarlo, tipo in chat, devi connetterti a Facebook tra le 2 e 40 del mattino e le 5. Se riesci a sopravvivere a una settimana di prova, forse hai qualche speranza. No, non è disoccupato, non ha scambiato la notte per il giorno…è che lui – testuali parole – ha bisogno solo di 3 ore a notte per ripigliarsi. Ovvio che tu invece, alla fine della settimana, hai bisogno di essere ricoverata urgentemente in una clinica remise-en-forme per sembrare di nuovo normale. Anche qui, se non ti piace proprio, molla. Per adesso fumi solo il triplo e bevi 10 caffè in più al giorno. Forse però hai perso due etti…


  • L’AFONO

E’ l’uomo senza voce. L’antitesi del “commentone”. Quello che anche dopo 6 mesi di chat, papiri che a stamparli manco “La Divina Commedia”, ancora si fa problemi se sia il caso di trasformare il tutto in qualcosa di concreto. E per quel concreto magari si intende una telefonata: “E se poi non ci piacciamo?”, “E se poi rimani delusa?”, ” E se roviniamo tutto?”. E se tu sei uno str…, perchè devo pagarne il lo scotto? Eh sì, nove volte su dieci amiche, l’uomo senza voce, è afono perchè è già fidanzato.

  • IL CRITICONE

E’ questa la razza peggiore. Ogni cosa che dici, ha sempre da ridire. Ancora non capisci cosa voglia dalla tua vita, però lui c’è, sempre lì. E non si schioda. Vai a leggere i suoi status e noti che hanno tutti sfondo politico, e quando non parlano di politica hanno comunque tutti uno stampo polemico e lamentoso. Commenta i tuoi status dandoti sempre dei suggerimenti su cosa devi e non devi fare, con la presunzione di sapere tutto della tua vita.

Avete presente il personaggio “Furio” di Carlo Verdone in Bianco, Rosso e Verdone? Occhio a non diventare la sua Magda, fareste una brutta fine. 

  • IL “FACCIO COSE, VEDO GENTE”

“Sì ieri ero fuori con la Ludo e sai chi ho incontrato? Il Gianni che era appena tornato da Forte. Ma tu cosa fai vieni a Santa questo week? Dai che ho un amico che ha la barca..però non so prima devo vedere se riesco a rimandare un meeting”. E’ l’unico uomo sulla terra che ha riunioni di lavoro anche il sabato pomeriggio, che però – caso vuole – quando lo chiami è sempre in palestra o a fare la lampada. Tutte le foto del suo profilo? Camicia bianca, primi quattro bottoni aperti, pelle rosso ustione mentre stringe un mojito che innalza verso il cielo, quasi fosse il Santo Gral. Di solito è troppo impegnato anche per voi, perchè lui è uno che fa cose, vede gente…

Sapete invece, chi mi avrebbe garbato? Uno come Mark. Sì forse un po’ nerd lo ammetto…forse non è proprio il top della fighità (lo ammetto/2), però una cosa dobbiamo riconoscergliela oltre al “piccolo” dettaglio di aver inventato Facebook: la coerenza.

Guardatelo qui sotto, mischiato tra la folla, di un ristorante italiano, in vacanza con la moglie (quella dai tratti orientali) che certo non  è miss mondo. Era la sua fidanzata ai tempi dell’università e nonostante nel mezzo sia nato Facebook, la relazione tra i due ha retto. Segno che se c’è amore vero, non c’è profilo che tenga!

E voi…con che tipo di uomo avete avuto a che fare in questi 10 anni di faccialibro? 😀 

zuckerberg ristornate italiano daily mail

Ti è piaciuto questo post? Ti ha fatto sorridere un po’? Spero tanto di sì!

Condividilo con i tasti qui sotto, grazie! Così ripaghi il mio tempo 😀



Spread the love

5 pensieri su “L’AMORE AI TEMPI DI FACEBOOK: FENOMENOLOGIA DELL’UOMO MARPIONE SU FACCIALIBRO”

  1. beh, io ricevo spesso richieste di amicizia su Fb da uomini che non conosco e che non sono neppure amici di amici. in genere sono ragazzi molto giovani, sotto i 30 per intenderci! ma non essendo io tipo da toy boy lascio correre… se dovessi inquadrare i tipi forse tutto sommato sarebbero dei ragazzi che cercano una storia diversa 🙂 la donna matura oggi funziona tanto quanto il toy boy!

  2. Bellissimo post.
    Io su FB ho trovato il mio compagno e padre di mia figlia (2 anni finiti da poco).
    Andavamo alle scuole medie insieme e da una chat ad una cena ci siamo trovati ad andare a convivere 😀

    1. Come sono rimantiche queste storie <3 E' successo anche a dei miei comagni delle medie e oggi hanno anche loro un bimbo piccolo. Chissà che ridere nel riguardare le vecchie foto di scuola...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *