mal di denti incinta

PROBLEMI AI DENTI IN GRAVIDANZA? SCOPRI LE TRE “P” PER AVERLI SANI

Spread the love

Una volta si diceva: “Un figlio, un dente!” ma oggi, grazie alla prevenzione, per fortuna le cose non stanno più così. Mai come durante la gravidanza è importante curare la propria igiene orale per evitare la formazione di carie. Ecco alcuni consigli importanti per salvare i vostri denti

I denti possono essere soggetti a molteplici disturbi, accompagnati, talvolta, da dolore fisico e disagi, soprattutto quando, come nel caso della carie, ci si accorge troppo tardi del danno, ormai in fase avanzata.

Se è vero che, in alcuni casi, questi e altri problemi derivano da specifiche malattie o dall’assunzione di particolari farmaci, è altrettanto vero che prevenzione e igiene orale possono essere considerate essenziali perché i denti conducano una vita lunga e felice. Anche la gravidanza è da considerarsi un periodo a rischio per i nostri denti!

In generale sono i residui di cibo, se non rimossi da spazzolino e filo interdentale, a causare la formazione della placca batterica, la patina giallastra sulla superficie dei denti, che può portare alla formazione del tartaro.

mal di denti incinta

Pulizia dei denti, quante volte al giorno?

In teoria bisognerebbe lavarsi i denti la mattina e la sera ovviamente e poi dopo ogni pasto. Quanti lo fanno veramente? In pratica quasi nessuno.

Lo ammetto, nemmeno io sono sempre così puntuale nel lavarmi i denti prima di andare a letto perché, soprattutto ora che sono mamma bis da poco, la stanchezza ha il sopravvento. E’ un errore grave, questo; quasi imperdonabile durante la gravidanza.

Con mia figlia che ha 4 anni e mezzo sono molto più severa. Non tanto per la paura che le si formino delle carie (a proposito leggete anche il post: Carie sui denti da latte, meglio intervenire o aspettare che esca il definitivo?) ma perché voglio educarla fin da subito a una corretta igiene orale. L’abitudine di lavarsi i denti ogni giorno, mattina e sera, è la prima regola per avere una bocca sana.

ginecologo gratisPersonalmente ho una grossa fortuna, quella di aver avuto la mia prima carie quasi a 30 anni. E ad oggi conto solo due otturazioni: una per una carie appunto e l’altra per un dente spezzato. Nulla più. In compenso ho sofferto spesso di infiammazione alle gengive, soprattutto in gravidanza ed è capitato che alcune mattine mi svegliassi con tutte le gengive gonfie. Qualche sciacquo con il Tantum Verde o il Listerine e poi la cosa è tornata a posto.

Mal di denti e fastidio alle gengive in gravidanza

Sicuramente la colpa di queste infiammazioni è della placca e del tartaro che “lavorano” mentre dormiamo e che appunto possono essere alla base di irritazioni gengivali, infezioni e altre problematiche.

Per fortuna non mi hanno mai provocato dolore, ma possono essere socialmente antipatici e fonte di disagio, come l’alitosi.

C’è stato un periodo, infatti, in cui mio marito mi faceva notare di avere un po’ l’alito pesante. Da lì ho iniziato a usare il filo interdentale in maniera più continuativa e le cose sono migliorate. Secondo me parte del problema era però da imputarsi e stress e una cattiva digestione. Ogni esame fatto in gravidanza e la conseguente attesa mi creava infatti enorme stress (fino a quando non ho avuto il responso del bitest ho sofferto perennemente di colite). Le cose come sapete sono altamente collegate tra loro: del resto si dice che l’intestino sia il nostro secondo cervello.

Insomma problemi veramente seri ai denti mai, nonostante mio papà e mia mamma ne abbiano avuti parecchi. Dicono anche che la dentatura sia ereditaria, quindi posso solo pensare che fino ad oggi mi sia solo andata bene o che pagherò dazio più avanti con l’età!

Mi consolo però pensando che anche nel campo della stomatologia sono stati fatti passi da gigante negli ultimi anni.

dentini da latte 2

Pensate che secondo un gruppo di ricercatori del Dental Institute del King’s College di Londra, che ha firmato un articolo pubblicato su “Nature Scientifica Reports”, andando a stimolare le cellule staminali presenti nella polpa dentaria,  è possibile ricostituire la struttura originaria del dente. Qui trovate la notizia scritta in italiano se desiderate approfondire questo tema: http://www.lescienze.it/news/2017/01/10/news/staminali_otturazioni_denti_dentina-3376215/

Prevenzione e Protezione, soprattutto in gravidanza

Al di là della ricerca scientifica, però, ci sono diversi semplici consigli che si possono seguire nel quotidiano, per salvaguardare la salute dei denti:

  • Mantenere una corretta igiene orale. Sarebbe opportuno spazzolarli tre volte al giorno, dopo ogni pasto, con un dentifricio di qualità. Non dimenticarsi mai il filo interdentale, per rimuovere residui di cibo anche negli anfratti più nascosti.
  • Adottare una corretta alimentazione, che consiste nel limitare l’assunzione di zuccheri semplici come saccarosio e glucosio.
  • Smettere di fumare. Il fumo può causare alito cattivo, denti gialli e infezioni alla bocca.
  • Cambiare lo spazzolino ogni tre mesi circa.
  • Andare almeno due o tre volte l’anno dal

carie gravidanzaImmagino che tutte queste regole già le sappiate a memoria, però chissà perché facciamo così fatica a seguirle. Io per esempio sgarro soprattutto alla voce “quante volte andare dal dentista l’anno”.

Il mio problema sta proprio nel non avere grossi problemi. Il punto è che trascurando la prevenzione, il rischio poi è di pagare un conto molto salato. E non mi riferisco solo alla parcella dei dentisti, che pure hanno ridotto tantissimo le loro tariffe negli ultimi anni.

Forse vado di rado perché, a differenza di quand’ero bambina e portavo l’apparecchio ai denti (clicca sul seguente link se vuoi sapere quanto costi mettere l’apparecchio ai denti per bambini), non ho un dentista di fiducia.

Ogni quanto andare dal dentista in gravidanza?

Peraltro i controlli da fare durante l’anno dovrebbero essere almeno due. “Una sola visita di controllo potrebbe non essere sufficiente – spiega il dottor Giovanni Martina del Biomedic Clinic&Research, centro medico e di ricerca che si trova a Villa Guardia (in provincia di Como) – considerando che c’è una parte interna non visibile a occhio nudo”. Dunque quando si effettua la visita alcuni sintomi potrebbero non essersi ancora manifestati. Secondo l’esperto “sarebbe opportuno presentarsi alla visita con una radiografia panoramica, in modo che il dentista possa esaminare la bocca a 360 gradi”. Inoltre presso il centro in cui lavora il dottor Martina la prima visita odontoiatrica è sempre gratuita e dura un’ora, così da poter trovare la soluzione migliore da tutti i punti di vista.

Vi segnalo anche che l’esperto terrà il prossimo 25 febbraio un incontro dal titolo “Hai un Patrimonio in Bocca: 10 punti per mantenerlo e proteggerlo”, durante il quale ricevere tanti consigli pratici (esatto pra-ti-ci!) su come mantenere in salute i vostri denti. La prevenzione è il primo passo per risparmiare!

Al dibattito prenderà parte anche il ricercatore Fulvio Balmelli, che spiegherà i vantaggi dell’utilizzo di sostanze biocompatibili in odontoiatria. Occhio perchè i posti sono limitati pertanto per assicurarvi il vostro posto dovete prima mandare una mail prenotazioni@biomediccenter.com o chiamare lo 031.928764

Biomedic Clinic&Research

Via Belvedere 11

22079 Villa Guardia (CO)

Per tutte le altre info visitare il sito  www.biomediccenter.com o la pagina  https://www.facebook.com/biomedic.clinic.research/

 


Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *