baby sitter economica

QUANTO PAGARE UNA BABYSITTER ALL’ORA E COME TROVARE QUELLA IDEALE

Spread the love
  • 16
    Shares

Trovare una babysitter è uno dei compiti più ardui che ci sia. Il mondo pullula di babysitter eppure trovare quella giusta richiede diverso tempo.

Personalmente non ho ancora mai affidato le mie bambine a una babysitter. Non prendetemi in giro ma io non mi fido. Il problema è mio, lo so.

Persino a mia madre faccio sempre mille raccomandazioni…mi passerà prima o poi!

Chi però non ha la fortuna di avere i nonni vicini o disponibili (perché sì, ci sono anche quelli che dei nipoti vogliono sentire parlare il minimo indispensabili) o fare un lavoro autonomo come il mio, non ha alternative.

Il passaparola è sicuramente il metodo più sicuro per trovare una babysitter. Amici che, per esempio, già conoscano il suo operato e che possano farci da garante sulla sua professionalità.

L’altro giorno, per dire, parlavo con il papà di una compagna di mia figlia che mi raccontava che la loro baby-sitter non solo guarda amorevolmente la figlia ma che, senza che nessuno glielo abbia chiesto, svolge qualche piccola faccenda domestica quando la bambina sta riposando. Questa sì che è una bella fortuna.

Ovviamente queste babysitter vanno a ruba e sono sempre già occupate. E magari anche le più care.

Ma se una babysitter è valida, io dico che è meglio spendere qualche euro. Meglio non andare al risparmio su queste cose. Però nemmeno spendere una fortuna, sia chiaro.

baby sitter economica

Quanto costa una babysitter all’ora?

 

Una babysitter viene pagata mediamente 7,72 euro l’ora.

Come faccio a saperlo? Mi è arrivato un comunicato stampa di una ricerca condotta dal sito Sitter-Italia.it effettuata sulle 150mila iscritte al proprio portale.

Quanto costa una babysitter a Milano e a Roma?

Naturalmente sono queste le due città con la media di paga più alta di tutta la penisola con rispettivamente una richiesta di 8,2 e 8,4 euro per ora.

Il resto d’Italia invece è così suddiviso. Parliamo di dati medi.

tariffa oraria baby sitter

Considerando invece il dato singolo, indicato dalle aspiranti tate che si candidano su questo sito c’è chi arriva a chiedere anche 12 euro l’ora (a Pozzomaggiore, in Sardegna) o persino 3 euro l’ora (così come a Fontanafredda in provincia di Padova come in provincia di Lecce).

Per chiedere 12 euro all’ora, mi aspetto che come minimo la signora abbia fatto accurati studi di pedagogia, sia bilingue e insegni anche l’inglese a mio figlio! A una babysitter che chiede appena tre euro l’ora, invece, preferisco dire di no. Perché, ovviamente, non mi fido.

E’ giusto che la persona stessa, in primis, riconosca l’importanza del proprio lavoro, dandogli il giusto valore. E prendersi cura di un bambino non tuo è un lavoro molto delicato.

Infatti, alla domanda fatta ai genitori: “Quanto siete disposti a pagare per una babysitter?”, la maggioranza ha risposto tra i 7 e gli 8 euro all’ora. E credo anche io si tratti del prezzo giusto da dare a una babysitter.

Se mi seguite sapete che per chi rinuncia a parte della maternità facoltativa il governo ha messo a disposizione i famosi voucher asili nido e babysitter che danno diritto a un contributo sostanzioso (parliamo di un massimo di 600 euro per sei mesi), aiutandovi a pagare o la retta dell’asilo o lo stipendio della babysitter.I voucher sono stati rinnovati anche per il biennio 2017-2018 con uno stanzimento di 40 milioni di euro, fino a esaurimento dello stesso.

Mi sembra un’ottima cosa dato che conosco persone che lavorano per pagare a fine mese la tata. Il loro stipendio, quasi tutto, finisce nel conto della babysitter. Si tratta di scelte. C’è chi al nido preferisce affidare il proprio bambino a una signora. E non gli si può certo dare tutti i torti dato quello che si legge sui giornali e si vede in tv in certi nidi e scuole materne.

baby sitter busta pagaDove cercare una babysitter nella propria zona?

Oltre al passaparola, le bacheche di zona (lasciate dalle stesse babysitter vicino alle scuole, nelle biblioteche, negli ospedali di pediatria), esistono siti online completamente gratuiti che vi aiutano a ricercare la babysitter ideale. Li preferisco al semplice messaggio lasciato in una bacheca anonima, perché in questi siti si possono vedere anche le foto delle candidate (a volte da un volto, uno sguardo, si possono capire tante cose!), leggere per bene il loro curriculum vitae e – cosa importantissima – gli eventuali feedback lasciati da altri genitori…

Per esempio il servizio “cerco tata” del sito sitter-italia.it che ha effettuato la ricerca che vi ho illustrato è davvero comodissimo. Voi inserite tutti i filtri, un po’ come quando state cercando un hotel su booking, e l’algoritmo del sito vi screma quelle che potrebbero fare al caso vostro.

 

Come trovare la babysitter perfetta, magari bilingue?

Che so…la volete che parli spagnolo, con un età compresa tra i 30-40 anni, di Milano che però non costi più di 7 euro l’ora? Applicate questi parametri alla ricerca e avrete già le vostre candidate ideali.

Chissà se esistesse il filtro “Mary Poppins”, allora forse non avrei difficoltà nemmeno io ad affidare le mie bimbe a una babysitter.

  • E voi vi fidate oppure no?
  • Che esperienze avete avuto?
  • Secondo voi, meglio una ragazza giovane o una signora più in là con gli anni?
  • Cosa guardate quando cercate una babysitter?


Spread the love
  • 16
    Shares
  • 16
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *