suola scarpine chicco

SCARPE PER BAMBINI, NON SONO TUTTE UGUALI: COME SCEGLIERLE!

Spread the love

Vi è mai capitato di andare in un negozio di scarpe, notare un paio di scarpine praticamente perfette per i piedini dei vostri bimbi e non trovare il numero, chiedere alla commessa e sentirvi dire: “Ci dispiace signora, questo modello non arriva al numero di piede di sua figlia”.

“Cioè, manco portasse il 38, mia figlia!”.

Il problema di tante scarpe per bambini che si vedono in giro è che hanno numeri troppo piccoli. Anche se ormai i nostri figli hanno tutti certi piedoni…

modello scarpe per imparare a camminareOvviamente il lato estetico conta molto quando si sceglie una scarpina ma io guardo anche molto la conformazione. Per Flor ho sempre cercato delle scarpe che dessero un certo sostegno alla sua camminata un po’ sgraziata. Del resto è la camminata di una bimba di 5 anni, il cui piede è in continua evoluzione. Cresce così in fretta: è già alta 1 metro e 18 e calza il 30 di scarpe.

 

Eppure, quando noto una scarpina che potrebbe fare al caso nostro, mi imbatto sempre in numerazioni troppo piccole e le commesse mi rimandano nei reparti da bambine già grandicelle. Ma Flor non è una bambina grande e quelle scarpe non vanno assolutamente bene per lei.

Il punto è che lei ha solo il piede grande ma le movenze sono ancora quelle di una bambina che ha appena compiuto 5 anni e che ha ancora tutto da imparare in fatto di coordinazione.

Lo scorso anno vi avevo parlato di Chicco Imparo, la linea di calzature Chicco dedicata ai primi passi dei bambini e alla quale mi affiderò non appena la piccola Tiara si alzerà in piedi.

scarpe primi passi

Tiara con quelle che saranno le sue prime scarpine

primi passi

Se volete approfondire il tema perché anche voi in casa avete dei piccoli aspiranti camminatori, potete leggere qui il post che realizzai con la collaborazione di Chicco, riportando le informazioni raccolte dal dottor Mauro Testa, biomeccanico di fama

chicco in progress scarpe

Sullo sfondo il  dottor Mauro Testa che, chi mi segue su Instagram, ha avuto modo di ascoltare in diretta

Sempre con lui, Chicco ha sviluppato una nuova linea di scarpe dedicata ai bambini più grandi ma ancora non così grandi da usare modelli che potremmo usare anche noi adulti La linea di scarpe si chiama Chicco In Progress ed è rivolta a quei bimbi che già camminano ma hanno ancora bisogno di essere supportati nell’andatura; bimbi in continuo movimento ma il cui piede è ancora in fase di sviluppo.

La linea Chicco In Progress parte dal 24 e arriva al 32, in pratica dai 2 anni circa fino all’età prescolare. Sono scarpine realizzate completamente in pelle e come per la linea Imparo anche per Chicco In Progress la suola ha spessori differenziati che offrono al bambino gli stimoli giusti per guidare il corretto movimento del piedino, dalla parte esterna del tallone fino alla punta dell’alluce, anche durante le attività motorie di un bambino più grandicello.

suola scarpine chicco

A sinistra la suola di Chicco Imparo, a destra invece la suola di Chicco In Progress.

 

A differenza della suola delle scarpine Chicco Imparo, quella delle scarpine In Progress ha spessori differenziati a forma di punti circolari di spessore differente che accompagnano e guidano il movimento del piede nella camminata.  La Scarpina Chicco In Progress ha anche un rinforzo sulla parte posteriore della scarpina per evitare scivolamenti laterali interni o esterni che possono portare a atteggiamenti posturali errati.

in progress chicco

Flor adora le sue nuove scarpe. Belle son belle ma soprattutto accompagnano il suo piede verso il movimento più correto

Qui di seguito provo a rispondere alle domande che mi avete fatto e

che ho rivolto al dottor Testa. Per comodità le ho raggruppate per argomenti.

  • COME SCEGLIERE SCARPE GIUSTE PER BAMBINI

Ciao! Io vorrei sapere su che base dobbiamo scegliere le scarpe migliori per i bimbi. Cioè cosa dobbiamo guardare e valutare? Grazie

 L’esperto: È importante preferire scarpine con suole leggere e flessibili, che facilitino il passo senza affaticare la muscolatura, meglio leggermente alta posteriormente per aiutare il bambino nella fase dei primi passi.

Lasciare traspirare il piedino scegliendo scarpe con rivestimento interno in materiali naturali e far indossare al bambino le calze quando utilizza scarpe chiuse.

Verificare periodicamente la crescita del piedino sostituendo la scarpina quando necessario. Quando si misurano le scarpine assicurarsi che le dita del piede rimangano libere: questo significa lasciare uno spazio di almeno 6-7 millimetri tra la fine dell’alluce e la punta della scarpa.

  • CAMMINARE SULLE PUNTE

Come mai i bimbi anche più grandicelli tendono a camminare sulle punte?

E’ un problema che si risolve spontaneamente, sempre che di problema di tratti, o è necessario fare qualcosa, considerando che non ci sono problemi strutturali-ossei alla base.

L’esperto: Camminare in questo modo è l’area di comfort del bambino, nel quale si sente sicuro, è un atteggiamento che scompare poi da solo con il tempo. Eventualmente si può provare a dare stimoli positivi, anche con il gioco, a per aiutare il bambino a costruire nuove aree di comfort. Meglio non essere troppo apprensivi e non preoccuparsi perché, come detto, è una caratteristica che poi scompare da sé.

  • PIEDI PIATTI

Piede piatto, quando butta tanto male dopo i 4 anni, che si fa? Plantari sì o no? Mattia ha quasi 4 anni ha piedi piatti e quando cammina mette tutto il peso sulla parte interna del piede? A questa età è già necessaria una visita specialistica? Grazie!

L’esperto: Il piede piatto è fisiologico in un bambino piccolo. Dai 4 anni in poi bisogna cominciare a fare attenzione alla sua forma ed eventualmente consultare un podologo esperto in pediatria. . Mi raccomando No però all’autocorrezione come l’uso di plantari  senza prima aver consultato il parere degli esperti.

  • PIEDI NUDI OPPURE SCARPE?

 I bambini devono camminare scalzi sul pavimento? Ho mia figlia di diciotto mesi che a volte vuole stare per molto tempo scalza e ho ascoltato parecchi pareri discordanti…

L’esperto: Il piede nudo è sempre la scelta migliore per un bambino che sta imparando a camminare e che deve fortificare il proprio piedino. Quindi quando è possibile è sempre bene lasciarlo scalzo, meglio su superfici irregolari: la stimolazione favorisce la formazione dell’arco plantare.

  • ALLUCE VALGO NEI BAMBINI

Mia figlia 7 anni ha un principio di alluce valgo, a parte scarpine a pianta larga, cosa si può fare per prevenzione? Lei studia danza classica: può mettere le scarpe con le punte?

L’esperto: L’alluce valgo è ereditario  e si manifesta di più nelle donne perché sono tendenti per conformazione al valgismo (hanno ginocchia che si guardano). Nei bambini questo fenomeno può essere legato anche a un problema del primo metatarso in blocco. L’alluce deve essere mobile nel ruotare, se tende a piegarsi verso l’interno può essere in blocco. Occorre comunque sempre verificare il problema con il pediatra.


Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *