AUTO ELETTRICA NISSAN LEAF, QUASI QUASI MI HAI CONVINTA (VOI CHE NE DITE?)

Spread the love


Ormai i tempi sono maturi: le prestazioni di un’auto ecologica come la nuova Nissan Leaf non hanno nulla da invidiare alle auto “normali”. E poi niente costi legati a benzina, zone a traffico limitato e parcheggio. E soprattutto niente più stress per me!

Non so voi, ma io con questa storia dell’auto mi sto esaurendo.

So che è tutto relativo e che per voi che abitate nel paesino di 5mila anime, con il vostro posto auto sempre a disposizione, non avete di questi pensieri (che invidia!), ma io che abito a Milano davvero non ne posso più. Se mi mettessi a calcolare il tempo trascorso in auto a cercare parcheggio, credo avrei un brivido lungo la schiena: giorni e giorni rubati alla vita.

20131216_130913

E poi la mia auto attuale – che mi fu regalata nel 2006 dalla moglie di mio padre, di seconda mano – ormai ha fatto il suo tempo: squarci vandalici sulla fiancata, rattoppati con della carta adesiva :-), vetro laterale che si abbassa ma va riportato su a mano – non con la manovella, proprio usando le mani! – e, cosa peggiore, spegnimento seriale del motore per ragioni a me ignote quando l’auto è ferma in coda o al semaforo.

Insomma, capirete che è un po’ che pensiamo di cambiare l’auto e sicuramente, se a “Papàrisparmio” rinnoveranno il contratto il prossimo marzo, è una delle cose in cima alla lista da fare.

Per questo stavamo pensando a qualcosa di  confortevole, pratico e vantaggioso, e abbiamo buttato l’occhio sull’auto elettrica Nissan LEAF.

“Leaf” in inglese vuol dire foglia e fa pensare subito all’ecologia: si tratta infatti di un’auto 100% elettrica (altro dettaglio non da poco). Per chi non lo sapesse, qui a Milano c’è la cosiddetta AREA C, questa “cosa” che si sono inventati per non far entrare le macchine in centro a patto che tu sia disposto a pagare per farlo: 5 euro + pagamento del parcheggio sulle strice blu o autorimessa.


La cosa bella è che le auto elettriche, come Nissan LEAF, possono entrare gratis, che per una mammarisparmio è un dettaglio non da poco, oltre al fatto di non dover fare benzina. Con un pieno di batteria – che è composta di ioni di litio, come quella dei cellulari – Nissan LEAF garantisce un’autonomia di 199 km certificati NEDC. Per me che mi muovo solo in città è davvero l’ideale insomma.

Nissan_Leaf1

Per caricarla, ormai un po’ ovunque, ci sono delle colonnine apposite, con parcheggi dedicati gratuiti. Per esempio vicino a dove abita mamma (Nonnarisparmio) ci sono 5/6 posti riservati alle macchine elettriche. E Nonnarisparmio vive dentro dentro l’AREA C, per cui per me significherebbe zero stress per il parcheggio.

La situazione parcheggi dovrebbe essere più semplice da me, che invece abito nel “principato” di Corvetto, ovvero in periferia, giusto? Macchè! Abitando vicino a una fermata della metropolitana, peraltro prossima alla stazione dei treni (fermata Rogoredo), accade che tutti i pendolari su Milano parcheggino l’auto qui gratuitamente e poi prendano la metro per raggiungere il centro. Grazie a Nissan LEAF potrei parcheggiare invece gratis sulle strisce blu.

A proposito – e qui finisco il mio sfogo – ricordate che una decina di giorni fa, Babyrisparmio aveva avuto qualche problemino di salute, per cui siamo dovuti andare in ospedale per ben due volte? L’ospedale specializzato nei problemi di pelle si trova dentro l’ Area C. Risultato? 30 euro tra ticket d’ingresso e parcheggio. Scusate se è poco, signori!

 “Prendi i mezzi pubblici!” penserete voi. Giusto! Infatti quando posso, lo faccio pure. Però a volte, quando piove, quando è l’ora di punta o la bimba sta poco bene,  vi assicuro che girare con un passeggino per la città, non è affatto facile. Roba da esaurimento. Con LEAF invece potrei entrare in AREA C e arrivare dritta a destinazione senza nessuno stress!

Ma volete sapere cosa mi solletica tantissimo di quest’auto a parte i vantaggi per me e per l’ambiente? L’ applicazione Carwings, che detta così non vuol dire niente, ma guardate di che prestazioni aggiuntive sto parlando in questo video:

 

Freddo cane o caldo atroce, io, dal mio smatphone, posso dire”: “Riscaldamento, accenditi!”. Scusate se è poco…

Boh, adesso vediamo sto benedetto contratto di Papàrisparmio come va, intanto se vi siete incuriositi potete prenotare un test drive di prova gratuita. E come sapete, tutto quello che è gratis difficilmente mi sfugge eh eh! 🙂



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *