giochi bambini disabili

BAMBINI DISABILI, UNA SFIDA CHE CI ARRICCHISCE?

Spread the love


La vita è quella che la sorte decide di assegnarci: nessuno di noi è in grado di sceglierla, ma solo di accettarla e di accettarsi per quello che si è, senza per questo dover provare necessariamente rabbia o invidia nei confronti di chi sta meglio di noi. Una grande verità che dovrebbe sempre e comunque portare alla riflessione chi, magari in seguito ad un evento sfortunato, maledice la propria esistenza senza pensare alle persone che, nonostante gravissimi problemi di salute, affrontano la propria vita con il sorriso sulle labbra, tirando avanti come possono e ringraziando comunque il cielo per quello che possiedono.

giochi bambini disabiliCome fanno per esempio i bambini disabili e le loro famiglie che sono costrette ad affrontare gravi difficoltà ogni giorno che passa: eppure lo fanno con il cuore, perché la vita è una sola, e in quanto tale va vissuta al meglio delle proprie forze.

Crescere un bambino disabile nell’indifferenza generale?

Oggi la società ci vuole perfetti, operativi, veloci e orientati al conseguimento di un obiettivo dopo l’altro. E chi non ce la fa rimane inesorabilmente indietro, venendo dimenticato da tutti, in primis dalle Istituzioni. Questa è una condizione con la quale le famiglie dei bambini disabili sono costrette a convivere ogni minuto di ogni ora: le spese per le attrezzature mediche, per i controlli e per le terapie non vengono sostentate dalle Istituzioni, che sempre più spesso scelgono di ignorare le persone che – più di tutte – avrebbero bisogno di un aiuto, proprio come i bambini disabili.


Da questo punto di vista, il posto delle istituzioni viene preso dalle tante Onlus che si occupano delle persone più sfortunate.

Per citarne una, la Lega del Filo d’Oro, una onlus per i sordociechi, ogni anno grazie alle donazioni offre numerosi progetti per bambini disabili, che hanno come obiettivo sia la diagnosi che la riabilitazione. Grazie alla generosità dei cittadini che scelgono di non dimenticare, e delle Onlus che raccolgono e indirizzano con coscienza tali donazioni, crescere un bambino disabile non è più un urlo nell’indifferenza generale.

Conoscenza e attenzione: le regole per crescere un bambino disabile

Nonostante si faccia spesso finta di niente, la legislazione europea prevede una serie di facilitazioni e agevolazioni che spettano ai bambini disabili e alle loro famiglie: da questo punto di vista, il primo step per poterne usufruire è appunto venirne a conoscenza. Parliamo dell‘assistenza economica, delle esenzioni sanitarie, dei permessi lavorativi per i genitori che hanno la necessità di assentarsi dal proprio posto di lavoro. Questi diritti sono protetti dall’Onu e, facendone richiesta, nessuno può impedire alle famiglie di usufruirne: questo ovviamente non libererà i bambini disabili ed i familiari da tutti problemi, ma almeno li farà sentire protetti e considerati.

Le altre iniziative a sostegno dei disabili

Nonostante siano merce rara, esistono comunque altre realtà attentissime alle condizioni dei disabili. Come ad esempio il parco giochi per bambini disabili a Bolzano: una struttura immersa nel verde e ricca di giochi e svaghi, aperta a tutti i bambini e dunque ideale per permettere ai bimbi disabili di farsi conoscere e amare anche dagli altri pari-età. Anche nel parchetto dove andiamo noi ogni tanto ci sono un paio di altalene per bambini con handicap ma si tratta di una vera eccezione.

 

parco-giochi-bambini-disabili

Un’altalena a misura di bambino disabile



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *