REGIONE LOMBARDIA AIUTA I GENITORI SEPARATI

Spread the love


ID-10075982Ciao mamme e papà, spero tanto che questa notizia non vi riguardi ma se può servire a qualcuno…beh, ben venga! Allora dal 15 luglio, presso la vostra Asl di residenza o consultorio è possibile fare domanda per un contributo di 2400 euro (dato massimo per famiglia) se siete un genitore separato da meno di 3 anni o in fase di separazione. E’ un’iniziativa valida solo per le persone che risiedono in Lombardia da almeno 5 anni e che hanno un Isee sotto i 12mila euro l’anno….che ATTENZIONE, non vuol dire che il vostro reddito è di 12mila euro l’anno, capito? Non potete saperlo, finchè non fate domanda di Isee presso il Caf. Per calcolare l’Isee, infatti, si tengono in considerazione diversi fattori: conto in banca, azioni, obbligazioni, assicurazioni, casa di proprietà e così via. E’ un documento importante, che serve per tante cose. Vale la pena farlo ogni anno. Naturalmente si riferisce all’anno precedente, anche se tiene conto del nucleo famigliare all’atto della domanda. Esempio: fate l’Isee il 30 luglio? Il reddito è quello del 2012 ma se a dicembre del 2012 eravate ancora a casa con mamma e papà – e ora avete trovato il vostro nido d’amore da soli – verrà contato SOLO il vostro reddito e non quello del vecchio stato di famiglia. Ok? 🙂

Affrettatevi perchè le risorse non sono infinite. Ci sono un milione di euro a disposizione e già sono state fatte una 50ina di domande. Non lasciatevi scappare questa occasione, si tratta di preparare quattro carte messe in croce e 2400 euro possono darvi una grossa mano!: In bocca a lupo…e fatemi sapere.


Un bacio dalla vostra mammarisparmio!



Spread the love

3 pensieri su “REGIONE LOMBARDIA AIUTA I GENITORI SEPARATI”

  1. sn una mamma disoccupata con 2 figli uno di 14 anni disabile e uno di 9 anni come posso ottenere il bonus grazie

    1. Ciao Arianna lasciami dire prima di tutto che mi spiace molto per la tua situazione attuale. Spero riuscirai a trovare un impiego quanto prima, intanto cerca di usufruire di tutti i sussidi che la legge mette a disposizione per chi si trova nel tuo status. Questo cui fai riferimento era per il 2013 e spero tanto che le risorse siano ancora disponibili (la formula era “chi prima arriva meglio alloggia”, ovviamente avendo i requisiti giusti). Per fare la tua domanda vai all tua Asl di residenza, presso il Consultorio pubblico, o privato accreditato che aderisce all’iniziativa. Vai subito mi raccomando se hai i requisiti. In bocca al lupo e scusa del ritardo nella risposta. Un bacione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *