alesssandro borghese disney

INTERVISTA AD ALESSANDRO BORGHESE: LO CHEF “RIBELLE” DI STARWARS

Spread the love


alesssandro borghese disneyQuando mi hanno detto che avrei dovuto intervistare assieme ad altre mamme blogger lo chef fantasista Alessandro Borghese ho fatto un salto di gioia. Quando mi hanno detto che lo avrei intervistato sulla nuova serie Starwars Rebels  in onda tutte le domeniche sul canale Disney XD, di salti, ne ho fatti due.

Non sono una grande amante dell’arte culinaria ma lui è uno di quei cuochi in grado di appassionare anche chi, come me, in cucina non ci sa fare.

Alessandro, del resto, è un fuoriclasse. E non solo tra i fornelli. E’ simpatico, dsponibile, ecclettico, esuberante, accomodante, nei modi e nei fatti. Sì, perchè il ragazzo ormai – anche se ama definirsi “prima di tutto uno chef” – è bravissimo a vestire i panni di presentatore in fortunate trasmissioni tv, di giudice in Junior Masterchef Italia (avete notato com’è sempre attento e dolce con i bambini?), di attore come nel recente spot dello yogurt Activia e, adesso, anche nelle vesti di doppiatore di uno dei personaggi della serie  Starwars Rebels.

ZEB

E la cosa sorprendete è che passa da un ruolo all’altro con assoluta nonchalance. Tutto quello che fa, gli riesce bene.

Vogliamo aggiungerci pure che è un bel ragazzo, mamme? Anche l’occhio vuole la sua parte ;-)!

“Gli insegnanti, di me, dicevano sempre: è bravo ma non si applica – ci racconta Borghese con il suo timbro inconfondibile – Ai libri ho sempre preferito il lato pratico delle cose, così non ho avuto dubbi tra l’andare all’università o imbarcarmi su una nave da crociera. Ho cominciato dal basso, mi sono fatto tutta la gavetta e, oggi, eccomi qua:  sono 17 anni ormai che vivo in cucina e  sono sicuro di aver fatto la scelta giusta. Non ho mai deviato perchè la cucina ti permette di continuare a imparare tutta la vita, è un linguaggio internazionale, un lavoro che dà certezze”.

Di questo ne è sempre stato convinto e ha tutte le ragioni per dirlo2014-10-20 12.54.06 dato che è stato uno dei pioneri che ha portato il food sul piccolo schermo. Pensate che la sua trasmissione“Cortesie per gli Ospiti” è in onda addirittura dal 2004!

Forse non tutti sanno che Alessandro è figlo della famosa attrice Barbara Bouchet, vero sex symbol degli anni ’70: “E infatti da figlio maschio non è sempre stato facile avere una madre così bella – scherza Alessandro – ma il vero attore in famgilia è papà, le cui origini napoletane non mentono!”.


Con queste premesse, ovvio che la recitazione ce l’abbia nel sangue, anche se non gli è mai passato per la testa di trasformarla in un lavoro vero e proprio.

“Doppiare il mio personaggio è stato divertentissimo, era la mia prima esperienza di doppiaggio ed è andata al di là delle mie aspettative. E poi io sono un fan sfegatato della serie StarWars, da sempre. Sono felice che abbiano realizzato questa serie perchè dà la possibilità anche ai bambini di oggi di conoscere le avventure di Guerre Stellari, che sono un po’ diverse da come ce le ricordiamo noi. L’aspetto che accomuna la vecchia e la nuova versione sono i tanti messaggi positivi che contengono al loro interno!”.

EZRAE visto che la serie StarWars Rebels parla di persone che hanno il coraggio di ribellarsi, gli chiediamo se anche lui abbia mai fatto qualcosa di ribelle nella vita…

“Sicuramente sposarmi! Oggi come oggi convolare a nozze è da considerarsi una sorta di trasgressione”, (ride!).

Non entriamo nei dettagli ma possiamo immaginare le motivazioni che stanno alla base di una risposta simile :-). Del resto,  si è trattato di una “trasgressione” più che comprensibile dato che sua moglie (ex modella) è una donna bellissima.

Alessandro Borghese, infatti, è anche papà di una bimba di quasi tre anni che non vuole mai mettere le scarpe la mattina quando è il momento di andare a scuola…

E questi dettagli così “umani”, sicuramente, ce lo fanno piacere ancora di più!

E sul finale una notizia che interessa in particolar modo noi mammerisparmio che ho trovato su Twitter. Dato che i vostri figli, non appena vedranno la serie StarWars Rebels vorranno le carte collezionabili, perchè non averle gratis? Grazie ancora a Disney, sempre molto generoso con i bambini e noi mamme (ricordate anche l’iniziativa “Al cinema gratis con DisneyJuniorParty?)

 

Entra in #StarWarsRebelsIT presso tutti i Disney Store. Dì “Sabine” e ricevi le carte collezionabili gratis. pic.twitter.com/Q9QnQvstTl

starwars rebel

— Star Wars Italia (@StarWarsIT) 17 Ottobre 2014



Spread the love

Un pensiero su “INTERVISTA AD ALESSANDRO BORGHESE: LO CHEF “RIBELLE” DI STARWARS”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *