LA SACCA DELL’ASILO, UN FIORE CHE NON APPASSIRA’

Spread the love


Oggi voglio mostrarvi la sacca dell’asilo che ho realizzato per la mia Babyrisparmio, che il prossimo settembre comincerà l’asilo nido a 15 mesi…cominceremo piano piano eh! Io non sono ancora pronta a separarmi da lei, sarà durissima e certamente le ultime che si vedono in tv – maestre che picchiano e maltrattano i bambini – non aiutano a restare più serene. Ecco perchè mi sentirei molto più sollevata se mettessero le telecamere in tutte le scuole. Triste a dirsi, ma è così! Ma non divaghiamo…(lo faccio sempre, avete notato? 🙂 )

Servono:

del filo un po’ grosso del tipo puntocroce per fare la scritta a punto erba (la scritta fatela con una matita e poi la ripassate…se sbagliate, cancellate con la gomma o lasciate pure, al primo lavaggio andrà via!)

quattro pezzi di stoffa della grandezza che volete (io ho fatto dei rettangoloni sul metro, lato lungo, e 50cm lato corto…calcolate anche che serve spazio per le varie cuciture)

carta termoadesiva per l’applique

imbottitura piatta da mettere tra la fodera interna e la stoffa esterna, se si vuole dare un po’ di sostegno, spessore al tutto


un nastro un po’ lunghetto che avrete conservato dai regali di Natale, scatole, panettoni e così via (mai buttarli!)

un bottone realizzato con un creabottoni che ti permette di ricoprirlo con la stoffa che vuoi con un semplice click! Ma è sufficiente un bottone qualunque da ricoprire con un po’ di imbottitura, la stoffa che desiderate…cucire il bordino e voilà!

Pezzo di stoffa 1 contro pezzo di stoffa 2 (dritto contro dritto, fissateli all’imbottitura e rigirate il tutto come un calzino). Stessa cosa per fare l’altra metà della sacca, ma ricordate che prima di fare questa operazione dovete aver fatto tutte le scritte. Unite poi i due pezzettoni tenendoli sempre al rovescio e rigirate di nuovo. Ma prima di cucire, ricordate di tenere in alto un 3 cm non cuciti, da lì poi passerà il cordino 🙂

E’ più facile a farsi che a dirsi!

SACCHETTA ASILO
CLICCA SULLA FOTO PER VEDERE BENE DA VICINO LA SACCA!

Realizzare la sacca dell’asilo del vostro cucciolo non è solo un modo divertente per passare il tempo, economico (perchè comunque le stoffe, i fili ecc. vi avanzano e potete sempre riutilizzarli per altre cose), ma è un regalo che fate ai vostri cuccioli. Penso spesso, mentre realizzo le cosine che faccio, a quando un giorno la mia bimba sarà più grandicella; a quando le mostrerò il fiocco nascita, le scarpine, il vestitino e poi le dirò: “Guarda, questo lo ha fatto mammina per te!”. E poi la immagino adulta, quando magari io non ci sarò più. La vedo mentre fruga nell’armadio, a sollevare pile di vecchi maglioni impolverati e ritrovarsi poi tra le mani questa sacca, che magari avrà usato anche con la propria figlia, mia nipote! Dite che vado troppo in là? Può essere…ma ecco perchè per me una sacca dell’asilo, non è semplicemente un contenitore di oggetti. Se poi fate come me e ci mettete sopra una frase cui siete affezionati, il significato non è poi nemmeno così subliminale. Io ho scelto un’estratto della canzone “A te” di Jovanotti e poi ho disegnato un fiore, che ho applicato con la carta termoadeisva e fissato con il punto festone (se non lo fissate coi lavaggi, la colla cederà!). Non ho scritto il nome della mia bimba ma usato un simbolo così che lei potesse riconoscerlo senza fatica. Ma io parto un po’ avantaggiata eh eh! Non vi ho detto la cosa più importante…la mia piccola si chiama Flor, che in spagnolo significa appunto fiore. Dunque se vostra figlia si chiama Viola, per esempio, potreste disegnare una viola, Melania una mela. Vera? Un anello! Remo? Un remo! Ok…ora basta, sto delirando. 😉

 

 



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *