cose da sapere prima di affittare

PERCHE’ AFFITTARE A CANONE CONCORDATO CONVIENE A TUTTI

Spread the love

Investire i propri risparmi in un immobile è sempre una buona idea. Soprattutto adesso che i prezzi sono ancora relativamente bassi e i mutui hanno tassi fissi davvero irripetibili (attenzione però, perché il mercato immobiliare comincia a rifiatare dopo anni di stallo e anche i tassi cominciano timidamente a risalire).

Sicuramente, il tipo di immobile più facile da mettere a reddito è il bilocale, poichè ha un grosso vantaggio: garantisce un inquilino di lungo periodo.

Mia mamma, per esempio, ha un piccolo bilocale a Sesto San Giovanni, in provincia di Milano, che purtroppo ha sfitto ormai da diverso tempo. Non che non ci sia richiesta…ma ultimamente è stata molto impegnata con me (con la mia gravidanza difficile sul finale che mi ha costretta sempre a letto) e poi con le bambine. Il tempo è volato e la voglia di rimettersi a cercare un locatario affidabile era davvero poca.

Non è facile, infatti, trovare una persona fidata, che non sia un rompiballe (Ci sono capitate persone che l’hanno chiamata persino per una lampadina da 2 euro che non andava più!) e che paghi con regolarità.

affitto canone concordato

Il monolocale è la scelta ideale per gli studenti, per i professionisti in cerca di un pied-a -terre o per una giovane coppia senza troppe pretese il cui obiettivo primario è quello di risparmiare. Negli anni che lo abbiamo affittato ci siamo resi conto che mediamente gli inquilini si fermano al massimo 2-3 anni. Non di più.

E allora ogni volta:

  • metti l’annuncio su siti come ito bakeca.it,
  • dai spiegazioni al telefono,
  • rispondi a veri e propri interrogatori che a tua volta devi fare anche tu per tutelarti
  • Vai avanti e indietro per mostrare la casa
  • Prepara le carte, ogni volta con la paura di sbagliare da entrambe le parti…

Insomma, un casino!

Anche se la questione in fin dei conti più importante resta sempre la stessa: l’inquilino che non paga!

Peccato che il nostro immobile non sia a Milano perché sicuramente – ora che lo conosco – avrei potuto pensare di affidarmi al servizio completamente gratuito offerto da Milanoabitare, e degli incentivi economici che mettono a disposizione.

Se siete stanchi di cercare ogni volta un nuovo inquilino oppure temete che quest’ultimo smetta di pagarvi l’affitto, potete pensare di affidarvi a questa agenzia sociale per la locazione frutto di una coprogettazione tra il Comune di Milano e la Fondazione Welfare Ambrosiano.

Il loro compito, che ripeto è gratuito sia per chi cerca casa che per chi è proprietario, è quello di fra incontrare la domanda e l’offerta ovvero locatari o affittuari e inquilini.

Che cosa vi chiede in cambio? Di mettere sul mercato i vostri immobili a un prezzo agevolato, il cosiddetto canone concordato. Affittare a canone concordato non significa regalare la propria casa ma affittare a un prezzo leggermente più basso rispetto a quello di mercato.

Attenzione perché Milanoabitare non si occupa di edilizia residenziale pubblica, quindi le vostre case non sono destinate a inquilini che hanno diritto alla casa popolare ma persone che hanno redditi certi e solvibili.

E’ possibile calcolare l’affitto a canone concordato del vostro immobile sul sito di MilanoAbitare a questo link.

Ma quali vantaggi vi offre il canone concordato? Ecco le ragioni per cui dovreste locare la vostra casa a un prezzo scontato:

– avrete diritto fin da subito a un contributo legato alla durata del contratto. Se per esempio affittate la vostra casa con un contratto 3 + 2 l’importo del bonus sarà di 1200 €; se affittate con un contratto di 6 + 2 il bonus ammonterà addirittura a 2000 €. Tutti soldi extra che troverete subito sul vostro conto nel giro di pochi giorni.

– potete avere accesso al fondo di garanzia di MilanoAbitare. Che cosa significa? Che in caso di morosità dell’inquilino con cui si è stipulato il contratto, MilanoAbitare coprirà fino a 18 mensilità del canone di locazione.

– chi affitta a canone concordato ha diritto a una riduzione dell’IMU e TASI nella misura indicata nei provvedimenti comunali vigenti. Per conoscere la riduzione di quest’ultimo su Milano bisogna andare allo sportello tributi di via Silvio Pellico. Ma, giusto per capirci, nel 2017 a Milano si ha una riduzione dal 1,04% sui canoni a libero mercato allo 0,5478% per il concordato. Mica male!cose da sapere prima di affittare

– per chi desidera acquistare casa con il fine di metterlo a reddito esiste un bonus che garantisce a chi affitta con durata di otto anni a canone concordato, una deduzione Irpef pari al 20% sul prezzo di acquisto.

– se la casa che comperate è anche da ristrutturare potete avere accesso, sempre grazie all’agenzia sociale per la locazione MilanoAbitare, a un contributo a fondo perso fino a un massimo di 8000 € erogato entro 48 ore dalla consegna della documentazione richiesta.

Aggiungiamoci pure che le spese di ristrutturazione possono essere detratte in dichiarazione per un massimo del 50%…e praticamente la ristrutturazione dell’immobile vi viene fuori completamente gratis.

MilanoAbitare si occupa di seguire tutto l’iter amministrativo: dando un supporto consultivo nella stesura del contratto, visionando i documenti relativi alla situazione economica dell’inquilino quali: la dichiarazione Isee, lo stato di famiglia ecc.

Io non avevo mai sentito parlare di questo servizio e quando l’ho scoperto sono rimasta a dir poco a bocca aperta.  Un po’ come quelle mamme che scoprono l’esistenza del bonus bebè quando hanno partorito ormai da un anno e mezzo… La colpa è sempre nostra che abbiamo l’obbligo di informarci.  Però è importante anche che queste informazioni vengano veicolate nei giusti canali e in maniera massiva, affinchè le persone ne vengano a conoscenza. Voi sapevate di questa possibilità? Ma soprattutto sapevate della sua gratuità?

Spero con questo post di avervi dato qualche dritta soprattutto se avete una casa da affittare. In una città come Milano dove, soprattutto in certe zone, i prezzi sono davvero alle stelle e a volte non corrispondono nemmeno a quelli di mercato, è importante che ci siano delle iniziative così che tutelano l’inquilino ma anche il proprietario offrendogli incentivi e garanzie per affittare il proprio immobile e soprattutto un inquilino solvibile.

Quando ci sono iniziative così, è un vero peccato non parlarne. Se conoscete qualcuno a cui potrebbe interessare questo post, non dimenticate di condividerlo con uno dei bottoni di social sharing presenti qui in pagina. Grazie

 

contratto locazione canone concordato


Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *