UN FLASH MOB IN MUTANDE PER L’INCONTINENZA URINARIA MASCHILE

Spread the love


Parlare di incontinenza non è mai facile. E’ ancora uno di quegli argomenti tabù. Le persone fanno molta fatica ad accettare di non riuscire più a trattenere la pipì. Di solito però è un tema che viene sempre accostato a noi donne e quasi mai agli uomini.

In effetti, per ovvie ragioni, siamo più soggette a questo tipo di inconveniente dato che la maggior parte di noi durante la gravidanza ha dovuto fare i conti con l’incontinenza.

Io che un tempo riuscivo a trattenere la pipì talmente tante di quelle ore che mi chiedevano sempre “Ma come fai?”, da quando ho partorito, mi sento più tranquilla se so di avere un bagno nelle vicinanze.

Ecco, pensate che c’è gente che non esce più di casa perché magari deve fare pipì ogni ora! L’incontinenza, se ignorata, se non “tenuta a bada”,  può rappresentare una minaccia molto seria per la qualità di vita di una persona, che col tempo tenderà a isolarsi.

GIU’ I PANTALONI PER IL FLASH MOB

Per una volta, vorrei però parlarvi dei signori uomini perchè di recente a Milano, la mia città,  è successo qualcosa di davvero curioso. Avrei pagato per essere lì in quel momento ma la forza dei flash mob sta proprio nel loro effetto sorpresa.

Alla stazione Garibaldi, alla presenza di ignari passeggeri, un gruppo di ballerini e attori si sono spogliati sulle note della colonna sonora di Full Monthy, mostrando orgogliosamente la propria biancheria intima. Guardate un po’ le facce divertite di tutti i presenti!


Perchè arrivare a tanto? Semplice, per attirare l’attenzione in maniera divertente su un inconveniente di cui pochissimi parlano. Impressionanti sono infatti i numeri che riguardano anche i maschietti: circa un milione di italiani con un tasso di incidenza compreso tra il 2 e il 10% sopra i 40 anni (la stima ha margini così ampia perchè sono ancora in molti quelli che fanno finta di nulla e non chiedono aiuto al proprio medico).

RICHIEDI UN CAMPIONE GRATUITO

Un primo modo per affrontare la cosa è sicuramente quello di informarsi. A tal proposito vi segnalo la bella campagna “Solo Tu Sai Che”, voluta da Tena, che ha acceso i riflettori sull’incontinenza al maschile e mette a disposizione molte informazioni gratuite e consigli di un esperto sul tema. Vi segnalo anche la possibilità di richiedere un campione gratuito di un pannolino per l’incontinenza.

E’ importante sapere che curare l’incontinenza urinaria si può e che se si interviene per tempo si può condurre una vita normale, senza rinunce.

 flash mob tena corretto



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *