UNA FIGLIA “VIOLENTA” PER COLPA DI UN OROLOGIO?

Spread the love


L’orologio. Quando ero bambina lo chiamavano così quel segnaccio stampato sul corpo che ti trovavi addosso dopo una giornata all’asilo. La micidiale arcata superiore e inferiore della bocca di un bimbo o di una bimba tatuata sulla pelle.

Diverso quando a farli agli altri è tua figlia. Quel meraviglioso esserino, quella dolcissima gioia che tutti i giorni hai accanto e ti rende orgogliosa di aver compiuto quel passo straordinario e bellissimo, ma insieme traumatico, di diventare madre.

Accidenti, i morsi

Il tunnel dei morsi.

Una tragedia.

Una tragedia quando la maestra dell’asilo di Viola mi ha comunicato che: “Sua figlia ha dato un morso a Giulia”. Dio mio. Il mondo è venuto giù come i soffitti dopo una demolizione, le mie sicurezze si sono sbriciolate come pane secco.

Una tragedia.

Una sfilza di domande, in fila ordinata mi hanno riempito la giornata.

Cosa ho sbagliato?

Quali mancanze?


Perché questa violenza?

Stava sviluppando una personalità borderline?

Cosa fare?

Mi sono rivolta a chiunque per capire quale turbamento stesse affrontando la mia piccola Violetta. Non potevo sopportare che avesse queste evidenti manifestazioni di intolleranza nei confronti del prossimo. Proprio a me doveva capitare. Io, pacifista convinta.

18126045_s

Dopo tre episodi, basta. Non l’ha più fatto.

Ho cancellato tutte le spiegazioni fornitemi da esperti e pseudo esperti: le stanno crescendo i dentini (a un anno e mezzo?), non riesce a spiegarsi bene (Viola parlava già un bel po?), ha bisogno di affermarsi nel gruppo (diventerà velina?), etc. etc.

E mi sono consolata con le parole di mia mamma, la nonna, che con tutto il cinismo che solo il grande amore per una nipote può giustificare mi aveva detto: “Maaahhh, cosa vuoi che sia un morso. E poi quella Giulia lì è proprio antipatica”.

Giulia è una bimba simpaticissima e dolcissima, Viola pure.

Oggi penso che i loro scontri/incontri le faranno crescere belle e forti

…..speriamo

 

Francesca Fradelloni, una Mammarisparmio

Questo post nasce in risposta a quello dove raccontavo di Babyrisparmio e il morso rimediato al suo primo vero giorno d’asilo (per leggerlo clicca sul link).

Ilaria, Mammarisparmio

 



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *