COME SALVARE LE GINOCCHIA DI TUO FIGLIO QUANDO GATTONA

Spread the love


Allora se tanto mi dà tanto, gattonare penso centri con il gatto, no? Ovvero, quando i felini quatti quatti, adocchiano la preda e cominciano a strisciare bassi per non farsi vedere e a strascinare un po’ le gambe. Orbene! Si dà il caso che i gatti siano stati provvisti da Madre Natura di pelo. Ora, non che io desideri che Babyrisparmio sia ricoperta di peli (anzi! le farò fare la fotoepilazione non appena sarà abbastanza matura da dirmi: “Mamma, questi cosi mi fanno schifo!”), però non ne posso più di vederla così, con quelle ginocchia arrossate che si stanno trasformando in due calli giganti, che neanche i piedi di una ballerina. Così, mali estremi, estremi rimedi! Ecco a voi, per chi ne avesse bisogno oggi o anche in futuro, un bel tutorial per realizzare le ginocchiere da gattonamento, utilissime soprattutto quando il vostro piccolo si trova a gattonare in primavera ed estate.

Che cosa serve?

il pantalone “da battaglia” (meglio se già usato, così da avere come riferimento il punto esatto dove poggiano le ginocchia. In altre parole, lo sporco dei vostri pavimenti, vi guiderà 🙂

della gomma piuma. Io ne comprai un bel rotolone da Leroy Marlin. Se ne possono fare usi molto diversi. Io per esempio ho utilizzato la gomma piuma per fare i paracolpi per il lettino e i paracolpi per le gambe dei tavoli scrivanie (prossimamente i tutorial). Vi assicuro che carinamente rivestiti non hanno nulla da invidiare a quelli in commercio (soprattutto nel prezzo, visto che un rotolone di un po’ di metri costa intorno agli undici euro)

una macchina da cucire, punto dritto (semplice, semplice) con cui fare delle linee verticali e poi delle diagonali (ma solo da un lato, altrimenti risulterebbe troppo sottile).


quattro pezzetti di stoffa, con cui racchiudere la gomma piuma.

ago e filo per fissare al pantalone le ginocchiere oppure del velcro biadesivo se non siete bravissime con il cucito o  desiderate “toccare” il pantalone il meno possibile.

ginocchiere flor

Beh, non c’è molto da dire. Direi che le foto parlano da sole. Non sto qui a spiegarvi l’ovvio, con frasi del tipo “tagliate il tessuto in eccesso”, perchè chi mi segue è tropppoo avanti 😛

Il mio consiglio, in ogni caso, è di appiattire la gomma piuma, cucendo delle diagonali con la macchina da cucire. Se la gomma piuma rimanesse troppo spessa, infatti, finirebbe con l’infastidire il gattonamento del vostro piccolo. A proposito, Babyrisparmio ha cominciato a gattonare verso gli otto mesi, prima all’indietro. Sono esattamente sei mesi che mi sento dire: “Vedrai, tempo un mese e cammina!”. E invece no. E ancora alle prese con i suoi gattonamenti. Oggi è un fulmine, ciondola con la testa a ritmo e si è perfezionata nella camminata sulle ginocchia. Secondo me se bandissero una gara di camminamento sulle ginocchia, lei finirebbe di sicuro sul podio. Se mi dispiace che ancora non cammini a 14 mesi? Nemmeno un po’. Mi dicono che poi son dolori…e non più i suoi! Tutti miei… 😉



Spread the love

Un pensiero su “COME SALVARE LE GINOCCHIA DI TUO FIGLIO QUANDO GATTONA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *