HARMONY TEST, UN PRELIEVO DEL SANGUE TI DICE SESSO E SALUTE DEL FETO SENZA AMNIOCENTESI

Spread the love


Che cos’è l’Harmony Test o esame del Dna fetale? E’ l’unico esame di diagnosi prenatale non invasivo che permette di sapere già alla 12esima settimana il sesso del nascituro e, soprattutto, se ci sono rischi di trisomia. Unico neo? Il prezzo

Quando ero in attesa di Babyrisparmio – sono già passati due anni! – come esami di diagnosi prenatale potevo scegliere tra villocentesi o l’amniocentesi. Entrambi gli esami avrei dovuto pagarli, perchè all’epoca non avevo ancora 35 anni, età dopo la quale entrambi gli esami sono “passati” dal Sistema Sanitario nazionale.

Già nel 2011 però leggevo sui giornali dedicati alle future mamme di un test – “presto disponibile anche in Italia – che avrebbe permesso di conoscere eventuali problemi del feto, grazie a un semplice esame del sangue, senza dover ricorrere a esami invasivi e rischiosi.

E – udite, udite! – di conoscere il sesso del nascituro già alla 12esima settimana. Figata! Io ho dovuto aspettare la morfologica.

Oggi questo test è finalmente realtà e si chiama con un nome che è tutto un programma: Harmony Test, anche detto Test del Dna fetale.

Lo dico fin da subito: non è mutuabile e dunque non è per tutte le tasche, anche se sono convinta che presto o tardi, come per tutte le novità, i prezzi si abbasseranno considerevolmente.

1557598_10152462584580312_37913117_n

Nel frattempo io ho partorito, Babyrisparmio è nata e grazie a Dio sta bene.

A prescindere dal fatto di doverla pagare, l’amniocentesi è uno di quegli esami che comunque non avrei fatto. Se non altro perchè il rischio di aborto, seppure basso, c’è! Un dato che dipende da un’unica cosa: dalla manualità, capacità, bravura chiamatela esperienza o quello che volete…di colui che esegue il test. Per queste ragioni all’epoca ho preferito optare per il Bitest, anche se si tratta di un test puramente statistico che non dà risultati incontrovertibili ma solo probabilistici.

Ebbene io per queste cose, lo ammetto, sono davvero una fifona. Per cui, semma rimanessi incinta un’altra volta, credo ricorrerei all’Harmony Test, da subito.

Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

CHE COS’E’ L’HARMONY TEST?

L’Harmony Test è un test del Dna fetale, ovvero un esame in grado di leggere il Dna del feto quando ancora si trova nella pancia della madre, semplicemente analizzando il sangue materno. Ovvero si tratta di un semplice esame del sangue.


CHE COSA SI SCOPRE CON QUESTO TEST?

Il test prenatale Harmony analizza se esiste un rischio reale di trisomie fetali (solo le più comuni)  e anuplodie X,Y per donne incinte di almeno dieci settimane. 

L’attendibilità di questo test si aggira intorno al 99 per cento e anche qualche cosina in più. Per cui davvero molto attendibile, soprattutto nell’individuare la trisomia 21 (quindi la sindrome di Down) e del 98% per la sindrome di Edwards (trisomia 18) e sindrome di Patau (trisomia 13).

Il tasso di fasli positivi è davvero basso: solo dello 0,1% per cui, insomma, bisogna essere davvero tanto sfortunati, visto che la percentuale è quasi uguale a 0. Un tasso di 50 volte inferiore rispetto agli altri esami attualmente a disposizione (amniocentesi e villocentesi).

Il fatto che sia un test privo di rischi per il feto rappresenta il vero grande vantaggio; oltre al fatto di poter conoscere lo stato di salute e il sesso del bambino in tempi record.

"Human Fetus" by ddpavumba

“Human Fetus” by ddpavumba

COME FUNZIONA

La mamma esegue un normalissimo prelievo del sangue, che viene analizzato in speciali laboratori dedicati con sede negli Stati Uniti. Entro 15 giorni, al massimo, dalla consegna degli esami del sangue si ricevono i risultati che possono venire letti anche senza l’aiuto di un esperto, poichè sono molto facili e comprensibili.

SVANTAGGI

In realtà non sono veri e propri svantaggi. Nel senso che l’unico limite di questo test è di essere ancora poco accessibile sia in termine economici che logistici. I centri che operano questo test sono ancora pochi e il prezzo si aggira intorno agli 700 euro. Questi centri, poi, in realtà sono degli intermediari. Ovvero, si limitano a inviarti il kit a casa, dove poi verrà conservato il sangue della madre e che poi quest’ultima spedirà al centro, che a sua volta  lo invierà negli Usa. Insomma quasi una catena di Sant’Antonio.

I prezzi sono ancora molto variabili.  E alti.

Ci sono laboratori/studi medici che chiedono di più, altri meno…ma parlando con un po’ di amiche che l’hanno fatto, ho visto che la spesa media si aggira intorno ai 700 euro.

Qualche mamma che l’abbia fatto? O che abbia intenzione di farlo? Quanto avete speso? Anche voi avete detto no all’amniocentesi?

 

 



Spread the love

10 pensieri su “HARMONY TEST, UN PRELIEVO DEL SANGUE TI DICE SESSO E SALUTE DEL FETO SENZA AMNIOCENTESI”

  1. Posso permettermi? Il test non è “ufficialmente” riconosciuto dalla comunità scientifica. Inoltre, in caso di esito positivo, non viene autorizzata l interruzione di gravidanza (per cui bisogna fare comunque l ‘amniocentesi). Chi garantisce oggi che questo 99%di attendibilita’ sia reale? Forse un giorno sarà convalidato, ma per ora non mi fiderei più di quanto si possa fare per un bi-test. Il discorso è lungo, bisognerebbe interpellare un genetista (che probabilmente dirà che ad oggi l unico sistema im grado di effettuare una diagnosi prenatale sul dna è l amniocentesi, il resto è ancora in fase sperimentale). resta poi sacrosanto il diritto di ogni coppia, o di ogni madre, di rifiutare il rischio di abortivita e accettare quello di un falso positivo — come di un falso negativo.

    1. Immagino tuttavia che per asserire che è un test sicuro al 99% siano stati fatti anni di studi, di ricerca, di test su migliaia e migliaia di casi. Insomma, non una cosa dall’oggi al domani. Che prima di essere stato “distribuito” sul mercato ci siano stai commissioni ad hoc che ne abbiano valutato vantaggi e svantaggi, così come accade con i farmaci passati al vaglio dalla Food and Drug Admin. Poi certo, in caso di esito positivo l’amniocentesi e d’obbligo, è da lì del resto che si è poi evinto quello 0,1% di falsi positivi, che resta un dato incredibilimente basso.

      1. Diciamo che quel 99% fa ben sperare per il futuro, ma per ora l Harmony test resta un esame di screening e non diagnostico – come tale infatti è distribuito, senza approvazione CE né FDA. Che si spera un giorno arriverà, così potremo evitare quella spaventosa e rischiosa puntura (io ho fatto l ‘amniocentesi, per dire…)

  2. Ciao a tutte, voglio riportare qui la mia esperienza e qualche info utile che sto raccogliendo nella mia gravidanza…anzitutto bisogna dirla tutta, online c’è veramente tanta informazione, purtroppo spesso molto poco attendibile. Per questo consiglio alle future mamme di affidarsi a ginecologi e siti ufficiali (www.testharmony.it) per fare le proprie scelte. perciò che riguarda l’harmony io l’ho fatto. sul sito della Sigu (società Italiana di Genetica Umana) trovate delle info attendibili e soprattutto super partes, lontane da qualsiasi strategia commerciale. Il test l’ho al Centro Analisi Monza nel mese di luglio e devo dire che è stata una scelta ponderata che ho fatto liberamente dopo essermi confrontata con il mio ginecologo. Unico baco nella mia ricerca è stato scoprire i costi del test, ma per fortuna a monza ho potuto usufruire di uno sconto speciale per le future mamme che credo sia valido sino alla fine dell’anno, se non ricordo male. A tutte le future mamme come me un abbraccio 🙂

    1. Ciao Corinna quanto hai speso per il test? Anche la mia amica lo fece a Monza e sborsò sui 700 euro lo scorso anno. Se vuoi raccontare la tua esperienza in un post dedicato mi farebbe molto piacere 🙂 Perchè hai scelto di fare l’harmony, insomma le tue riflessioni personali….più di cuore e meno tecniche diciamo 🙂

      1. Allora il test l’ho pagato 495 euro per lo screening sulle trisomie e per avere info sul sesso del piccolo…credo di aver pagato meno della tua amica proprio perché da inizio estate al Cam di monza stanno facendo una promozione per le future mamme… credo sia per quello. Per quanto riguarda la mia esperienza personale, ho scelto di fare l’harmony perché non pericoloso, avrei fatto un esame invasivo (amnio) solo se sarebbe risultato positivo, quindi a rischio trisomia. io posso dire di aver fatto una scelta consapevole e in assoluta tranquillità grazie alle molte info che ho raccolto nelle settimana prima della scelta e al confronto con la mia ginecologa. Online c’è un po’ di tutto anche cattiva informazione quindi attenzione amiche consiglio di affidarsi a siti ufficiali per valutazioni così delicate ! un bacio a tutte voi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *