sovvezioni sport

SPORT E BAMBINI, COME RISPARMIARE SENZA RINUNCIARE ALL’ATTIVITA’ FISICA

Spread the love


Lo sport è un bene per i nostri bambini ma può essere un lusso per certe famiglie. Per questo alcune Regioni hanno messo a disposizione un contributo economico per nuoto, calcio, danza ecc. E poi c’è la bella iniziativa del Coni!

Fare sport sin da bambini è importante non solo per i benefici che apporta alla salute ma anche per i valori che promuove dell’amicizia, dell’inclusione sociale, dell’integrazione di realtà differenti e la promozione di sane abitudini.
Tutti i bambini sono dunque chiamati a dedicarsi all’attività fisica che più li appassiona e li attrae ma per le famiglie spesso rappresenta un impegno economico importante tanto che, negli ultimi anni, lo sport dei propri figli a partire da circa 6 anni fino ai 17 ha comportato un costo annuo di circa 560 euro per la palestra.

Con qualche calcolo è evidente che per le famiglie a basso redditto e con più figli a carico diventa proibitivo e potrebbero essere una penalizzazione grave nel processo di educazione e anche per la socializzazione al di fuori dell’ambito scolastico.

Ecco una tabella che ho fotografato dal libro L’Enciclopedia Pratica del Bambino, con le età “ideali” per cominciare un determinato tipo di sport.

sport per bambini

Risparmiare con l’abbigliamento sportivo online

sport e bambiniPer risparmiare tuttavia ci sono diversi modi che si possono sfruttare perché i vostri figli non debbano rinunciare al loro sport preferito. Uno di questi modi è cercare online gli indumenti sportivi per i bambini: ad esempio sul portale Usato.it si trovano occasioni interessanti di abbigliamento sportivo usato pari al nuovo ed estremamente economico.

Se poi non si vuole rinunciare a un capo griffato si possono sempre sfruttare i buoni sconto o i coupon per scarpe o altre attrezzature che possono abbassare il prezzo anche del 50%.


I contribuiti per le attività sportive dagli enti locali

Ci sono due esempi virtuosi di amministrazioni locali che hanno voluto dare un aiuto e un impulso concreto alla voglia di fare sport di bambini e ragazzi che appartengono a quei nuclei con un ISEE inferiore a 12 mila euro annui.
Con l’inizio della scuola nell’autunno 2015 infatti il Comune di Udine ha annunciato di voler dare un contributo per l’iscrizione a qualsiasi disciplina sportiva pari a 150 euro per famiglia e per ogni figlio al di sotto della maggiore età e con non meno di 5 anni.

La cifra è pari alla metà del costo di un’iscrizione ed è valida per l’anno scolastico 2015/2016 e le famiglie hanno avuto tempo di inoltrare la domanda fino al 31 ottobre scorso.

Il comune ha voluto dimostrare la volontà di promuovere fattivamente la pratica sportiva anche in un periodo di crisi.
Sull’onda di questa iniziativa anche il comune di Aviano ha voluto seguire l’esempio e ha messo a disposizione un bonus fino a 300 euro per 3 fasce diverse di reddito, per non lasciare nessuno “a casa”.

Per concludere, è buono sapere che i bambini dai 5 ai 13 anni potranno svolgere gratuitamente per 2 ore a settimana qualsiasi attività sportiva grazie al “CONI Ragazzi“, un progetto per il diritto allo sport promosso insieme alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Ministero della Sanità.

L’occasione verrà data a quei bambini con famiglie economicamente svantaggiate e sarà promossa a tutti i livelli perché possano approfittarne in tanti.

sovvezioni sport

 



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *