Zemanta Related Posts Thumbnail

COME AVERE L’ASSEGNO DI MATERNITA’ DEI COMUNI (BONUS BEBE’)

Spread the love


Mamme o future mamme NON LAVORATRICI come sapete molte di voi non hanno diritto all’indennità di maternità (non tutte eh! Molto dipende da quanto tempo non lavorate e quindi da quanti contributi avete versato negli ultimi mesi prima di rimanere incinta).

 

Sapevate però di poter avere l’assegno di maternità dei Comuni? Sostituisce in pratica l’ex bonus bebè che ormai non esiste più! Ovviamente per averne diritto dovete essere:

–  cittadine italiane e comunitarie residenti in Italia AL MOMENTO del parto

cittadine extracomunitarie –  come sopra – in possesso della carta di soggiorno o permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo.

 ID-100210392

Il Comune cui dovete presentare domanda è quello in cui avete la residenza. Anche le mamme lavoratrici possono fare domanda dell’assegno di maternità dei Comuni, ma solo se non hanno diritto all’indennità di maternità dell’Inps o alla retribuzione durante la maternità oppure se quest’ultime due sono inferiori al valore dell’assegno di maternità (quindi davvero molto basse!).

Diciamolo subito: scordatevi di avere l’assegno di maternità se per caso in un nucleo familiare di 3 persone, il marito  porta a casa, ogni mese, qualcosa come 3mila euro. Ok non navigate nell’oro, ma probabilmete non rientrate tra quelli che riceveranno l’assegno. Fatevene una ragione.

Se avete la casa di proprietà, qualche soldino bloccato in un conto deposito ma il papà porta a casa uno stipendio molto basso e voi, per esempio, siete disoccupate, potreste avere diritto all’assegno. Naturalmente la casa deve essere quella dove abitate.

Questi sono solo degli esempi, alla fine ciò che conta è il valore Isee che – ricordate! – si riferisce al reddito dell’anno prima, esattamente come accade con la dichiarazione dei redditi. Per cui se nel frattempo avete vinto la lotteria, ma l’anno precedente non avevate un quattrino…sì! Potreste avere diritto all’assegno di maternità dei Comuni (ma qualcosa mi fa pensare che non ve ne fregherà più di tanto! 😉 )


La domanda deve essere presentata perentoriamente entro 6 mesi dalla nascita del piccolo, non un giorno di più. Mi raccomando, siate precisi, come sapete la burocrazia non ammette ignoranza, del tipo “Ah, non lo sapevo!”.

Per avanzare la vostra domanda, dovete recarvi presso gli sportelli del vostro Comune: “Politiche sociali” o “Intervento alla genitorialità”. Questo dipende da quanto grande sia il vostro Comune. Informatevi bene e state sicuri che lo troverete!

Per esempio, sul sito della mia città, Milano, si legge che per averne diritto bisogna:

  • essere casalinga o disoccupata, o non aver beneficiato di alcuna forma di tutela economica della maternità dall’Inps o dal datore di lavoro, oppure aver ricevuto prestazioni inferiori al valore dell’assegno ovvero a € 1.691,05 per l’anno 2013;
  • non aver superato € 35.256,84 di ISEE per l’anno 2014,  per un nucleo familiare di minimo tre componenti;

Ma questi dati valgono per tutti i Comuni, anche se sappiamo bene quanto il costo della vita qui sia decisamente più caro!

L’assegno ammonta dunque a 1.691,05 euro (pari a Euro 338,21 euro per cinque mensilità, ma normalmente vengono erogati in un’unica soluzione) e non dovete aver superato 35.256,84 di Isee.

Quindi l’Ise che dovete presentare deve essere successivo alla nascita del bambino (non vale quello che che avete fatto quando eravate al sesto mese di gravidanza!). Fissate un nuovo appuntamento presso il Caf o il patronato della vostra zona, cosicché GRATUITAMENTE vi aiutino a compilare i moduli.

Se avete avuto due gemelli, l’assegno è doppio. L’assegno di maternità dei Comuni vale anche per i genitori che adottano un bambino (in questo caso i sei mesi partono dall’ingresso in casa del minore). Se avete già usufruito dell’assegno di maternità dello Stato – di cui parleremo a breve – non potete chiedere anche questo dei Comuni: o questo o quello, insomma!

E’ l’Inps a erogare l’assegno, anche se la domanda viene presentata presso il Comune, pertanto se avete domande, dubbi tenete presente anche il numero verde dell’Inps (oltre a quello del vostro Comune): 803.164 se chiamate da rete fissa oppure 06 164.164 se chiamate da cellulare.

Spero tanto che non ne abbiate bisogno perché magari siete ricchissime! Ma se così non fosse, informatevi in fretta, magari potreste avere diritto all’assegno!

Ricordate: avete 6 mesi di tempo dalla nascita di vostro figlio per presentare la domanda.



Spread the love

26 pensieri su “COME AVERE L’ASSEGNO DI MATERNITA’ DEI COMUNI (BONUS BEBE’)”

    1. Non l’ho letto…puoi anticiparci qualcosa? Ad ogni modo io credo sia cambiata decisamente in meglio, purtroppo in Italia siamo ancora molto indietro quanto a diritti riconosciuti per il padre…congedi di lavoro ancora troppo brevi!

  1. sono mamma celibe di un bambino ha 4 mesi e sono ancora studentesa non lavoro cosa devo fare per ottenere l asegno di maternità

  2. Buongiorno. Vorrei una domanda… la mia figlia e Natto 26 ottobre dal 213 ho fatto la domanda bonus bebe e mai ho avuto 1 riposta .. adesso a 1 anno ancora niente potrei fare ancora la domanda…

  3. Buon giorno, qualcuno ha ricevuto il bonus dell’anno scorso?noi abbiamo fatto domanda, e poi ci hanno costretto a rifarla perche mia figlia e minorenne e hanno detto che dovevano farla a nome mio che sono la nonna della piccola nata l’anno scorso. Sono passati piu di 6 mesi, ma noi non abbiamo visto un soldo, pur rientrando nei parametri ( disoccupata e io con il mio reddito abbiamo solo 7800,00 euro di isee in tre). Vorremmo capire se hanno fatto qualche danno…visto che il regolamento non specificava se madri maggiorenni o minorenni..sospetto che l’impiegata comunale ci ha fatto un danno, e voglio capire se dover fare causa alla sciuta per avere i nostri 1600 euro. grazie

    1. Ciao Manuela, io feci domanda al Comune di Milano a giugno del 2012 e i soldi mi vennero versati a gennaio 2013 se ricordo bene. In ogni caso, sollecita. Anch’io chiesi, preoccupato, ma mi dissero che erano i tempi normali questi…incrocio le dita per te. Buona fortuna per tutto! Ti ricordo anche la possibilità della social card con reddito così basso.

      1. Ciao mamme e complimenti per il sito. La mia domanda è questa. Siamo una coppia di giovani sposi di nazionalità albanese. Siamo tutti e due in possesso della carta Di soggiorno. Il 3 di giugno2015 è nato nostro figlio. Mio marito è studente come me , e lavora come apprendista fino a novembre 2015. Poi non si sa… Io invece sono rimasta senza lavoro da fine maggio 2012. Il nostro reddito dato che lavora solo lui è di 16mila euro l anno. Volevo sapere come fare richiesta per il bonus di 80euro. Lo devo fare a nome mio o di mio marito? Poi eventualmente posso fare lo stesso richiesta per l assegno bebe del comune? O non sono cumulabili. Se posso fare richiesta dove si fa ,e quali documenti servono per farlo. Grazie mille anticipatamente
        . Buona vita.

  4. Ciao a tutti! Io ho presentato domanda ad ottobre 2015 ma ancora Nn mi è’ arrivato niente.. Quanto tempo passa più o meno all’arrivo di una risposta almeno?! Grazie mille!

  5. ma scussa la mama deve avere la bimba su carta di songgiorno o no perche qualquno mi diche che devo fare la carta di songgiorno aggiornamento per veder se bimba e su carta carico

    1. Aefat su questo non saprei aiutarti, chiedi allo sportello del comune o al tuo consultorio di zona dove magari ci sia un centro per l allattamento, lì di solito c è anche un ufficio che aiuta in queste forme di sostegno al reddito.

  6. Ciao! Sono studentessa e o partorito da 2 mesi. Non ho lavorato prima. Vorrei chiedere se mi spetta qualcosa.(assegno di maternitá)

    1. Ciao Elisa, potresti avere diritto all’assegno di maternità dei Comuni (dunque questo del post) e al bonus bebè di renzi (guarda questo post: http://www.mammarisparmio.it/bonus-bebe-2015-80-euro-al-mese-per-i-nuovi-nati-fino-al-2020/).
      Occhio però! Molto dipende da con chi vivi, chi rientra nel tuo stato di famiglia e dunque chi può essere un “peso” per la tua dichiarazione Isee, il documento necessario per accedere a qualunque tipo di aiuto economico. Grazie ciao!

  7. Ciao chi mi puo aiutare pure a me? Se io prima di rimanere incinta lavoravo..e in tempo che ero incinta ho presso la maternità. .a me non mi tocca i soldi dal comune?

    1. Ciao Alina se hai già preso la maternità dell’Inps non hai diritto anche all’assegno del Comune, in linea di massima (la somma di ciò che hai ricevuto ha superato l’assegno del comune Di 1691 euro? Da quanto tempo non lavori? Ti ricordo che eventualmente puoi richiederlo entro 6 mesi dalla nascita). Potresti però avere diritto all’assegno di maternità dello Stato. Leggi qui: http://www.mammarisparmio.it/aiuti-economici-alle-mamme-come-richiedere-lassegno-di-maternita-dello-stato/

  8. Ciao il mio compagno ha fatto la domanda per la maternità mentre io ero ricoverata…nel 2014 ora non ancora mi arriva niente come faccio a sapere se sono stati mandati su un altro conto questi soldi essendo che non ci siamo lasciati e lui avrebbe potuto prenderli per se?

    1. Ciao Martina, normalmente questi soldi arrivano nel giro di 6 mesi. Non oltre. Se dal 2014 non ti sono ancora arrivati, ovviamente o sono già stata versati o mai erogati oppure la domanda è stata rigettata. Quando si presenta la domanda si indica anche un IBAN o se si vuole ricevere l’assegno via posta (se ben ricordo), i soldi vengono inviati su quel conto. Chiama il tuo Comune e chiedi se è possibile verificare la cosa. L’assegno spetta a te e non al tuo compagno. E’ per la maternità, appunto per la madre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *