giochi per bambini con handicap

GIOCHI PER BAMBINI CON HANDICAP, GIOCARE (E ANDARE IN GITA) UN DIRITTO DI TUTTI

Spread the love


Una serie di giochi che trovate online per bambini con handicap o autismo tesi allo sviluppo psicomotorio e cognitivo del vostro bambino. E qualche riflessione di una mamma che sta imparando a non aver paura…

bambini autistici in classe

La mia peste imbronciata al suo primo giorno d’asilo. “Dai mamma muoviti!” E ma la foto ricordo, non la vuoi fare amore?

Mia figlia frequenta il primo anno della materna. A pochi mesi dall’inizio dell’anno si è scoperto che in classe sua c’erano ben due bambini autistici, entrambi del primo anno  e che dunque condivideranno con lei tutto il percorso educativo. Se ne sono accorte le maestre perchè non intereagivano come gli altri bambini e uno, in particolare, era davvero di difficile gestione, a tratti violento. I genitori sono sempre gli utlimi ad accorgersi di queste cose. Forse perchè disinformati su quali siano i sintomi dell’autismo o forse, secondo me, perchè non vogliono vedere.

Avere un figlio affetto da autismo deve essere un dolore lancinante per una mamma e un papà, qualcosa che posso solo lontamente immaginare. Io che entro in sbattimento per qualche linea di febbre… quale ferita sempre aperta deve rappresentare un figlio autistico? L’unico modo per capire un po’ di più l’autismo  e ciò che provano queste persone è quello di leggere i libri scritti da genitori di figli autistici o handicappati. 

Quando alla riunione di classe ci hanno comunicato la notizia della presenza di due bambini autistici all’interno della classe (su cinque classi sono gli unici due casi!), tutti ci siamo preoccupati un po’. Le maeste, infatti, dovendo dare più attenzioni a questi due piccolini, avevano meno tempo per gli altri. Siamo andati avanti così per un po’ di mesi, durante i quali questi bambini un po’ frequentavano l’asilo e un po’ dei centri di sostegno per le terapie.

Per fortuna poi è arrivato Giuseppe, il maestro di sostegno. Anche se l’idea di avere un maschio come maestro – anche qui unica eccezione in tutto l’asilo – inizialmente mi aveva lasciato un po’ così (parliamo di bimbi che non sono ancora capaci di pulirsi da soli quando vanno in bagno…).

Allora ho fatto due sospironi, mi sono fermata a pensare e ho riflettutto.

giochi per bambini con handicap

Quando si esce dai canoni della “normalità”, ovvero da come vanno di solito le cose…ecco che la paura fa subito capolino!

In realtà serve solo un po’ di tempo ad abituarsi alle novità, a comprendere e ad accettare “il diverso”.

Il diverso è qualcosa che non conosciamo e che proprio per questo ci intimorisce un po’. E la conoscenza è l’unico strumento che abbiamo per affrontare le nostre paure, capirle e sconfiggerle.

Oggi non ho più “paura” – se così vogliamo chiamarla – dei due bambini autistici in classe con Babyrisparmio nè del maestro maschio. Anzi.

Oggi li vivo come una ricchezza, come una possibilità di crescita ulteriore che è stata data a mia figlia: aiutare i più deboli, comprendere i bimbi in difficoltà, sviluppare il suo lato emotivo, la renderanno una bambina più forte e generosa. Io credo che stare a contatto con questi bambini speciali sarà un arricchimento.

Anche il confronto con un maestro, lo sarà. Perchè nella vita ci sono maschi e femmine, con le loro sfumature diverse da offrire che si complementano fra loro.

Alla fine, dico che la mia bimba è stata fortunata.

Mi hanno colpito molto i fatti di cronaca degli ultimi tempi che hanno escluso dalle attività scolastiche dei bambini autistici. Ricorderete la storia del piccolo Giulio diventata virale su facebook con l’hashtag #iosonogiulio; Giulio, che nessuno aveva avvisato per la gita scolastica e che si è ritrovato da solo in classe mentre tutti i suoi compagni erano fuori, a crescere.


Anche i bambini in difficoltà hanno diritto di crescere, come tutti gli altri.

Quale genitore può pensare di fare il bene del proprio figlio insegnandogli a escludere chi è in difficoltà? Che razza di persone saranno un domani quei bambini, cui è stato fatto passare il messaggio che chi è diverso, resta indietro?

No, non è che così che devono andare le cose.

LEGGI ANCHE: Figli con sindrome di down. Abortire oppure no?

Il compito di una mamma di un bambino speciale è ancora più arduo. Perchè spesso si tratta di bambini che non riescono a esprimere le proprie emozioni come vorrebbero o hanno difficoltà nel parlare.

Serve l’aiuto della scuola, di centri dedicati e serve  poi continuare a “lavorare” a casa. Prima si interviene, meglio è. Ci sono diversi strumenti e giochi per bambini handicappati che aiutano a sviluppare le loro percezioni sensoriali e capacità motorie.

impugnatura facileEsistono degli strumenti di cui ignoravo completamente l’esistenza ma che possono essere utili a bambini che hanno difficoltà nel linguaggio oppure nel prendere in mano i colori come questa speciale impugnatura nella foto  a sinistra.

amplificatore per logopediaQuesto amplificatore vocale, per esemio, è utile per esercizi di logopedia dato che permette di sentire chiaramente le parole, insegnando ai bambini la corretta pronuncia. Va bene per bambini che hanno un ritardo nel linguaggio oppure un deficit uditivo.

La musica e i suoni in generale sono stimoli molto importanti, per tutti i bambini. Tant’è che questo kit che trovate sul sito Borgione – che ha una speciale voce del menù dedicata ai giochi per bambini con handicap –  viene venduto come kit per tutta la classe. strumenti gioco musicali

A proposito, adesso che ci avviciniamo alla fine dell’anno qui troverete molte idee utili per regali didattici alla classe (quindi non il singolo pezzo ma interi kit pensati per tanti alunni). Credo che proporrò la cosa al gruppo di whatsup dei genitori.

imparare le espressioni

Per imparare a riconoscere le diverse espressioni e associarle a uno stato d’animo, ci sono le uova in legno, ognuna con una base, che possono essere impilate una sull’altra.

E infine un libro per imparare a relazionarsi con i bambini con autismo: “Giochi e intereazione sociale nell’autismo”. Un libro libro giochi autismoche avrebbero dovuto leggere gli insegnanti di Giulio! Il libro suggerisce idee concrete che favoriscano, attraverso il gioco, lo sviluppo di abilità di relazione intersoggettiva-attenzione congiunta, imitazione, scambio di turni nelle interazioni sociali, ecc.. in una cornice di serena alleanza fra adulto e bambino.

Tutti questi giochi li trovate sul sito Borgione.it.

 

 

 

 

 

 



Spread the love

Un pensiero su “GIOCHI PER BAMBINI CON HANDICAP, GIOCARE (E ANDARE IN GITA) UN DIRITTO DI TUTTI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *