bonus bebè renzi 80 euro

IL BONUS BEBE’ PROMESSO DA RENZI: 80 EURO PER LE NEOMAMME

Spread the love


In arrivo il nuovo Bonus Bebè 2015: 80 euro per tutte le neomamme. Chi può richiederlo e da quando? L’annuncio di Matteo Renzi che spacca a metà i genitori

Per alcuni una manna dal cielo per altri altra elemosina. Comunque la pensiate, tutte le mamme o i papà di bambini da 0 a 3 anni ricevereanno ogni mese 80 euro (960 euro l’anno).

bonus bebè renzi 80 euro

Almeno è quanto ha promesso ieri il nostro Presidente del Consiglio Matteo Renzi, ospite in studio da Barbara D’Urso a Pomeriggio 5.

QUANDO SI POTRA’ FARE DOMANDA DEL BONUS BEBE’?

Ancora non ci sono le specifiche, ma stando alle dichiarazioni di Renzi a partire dal 2015, chi ne avrà diritto, riceverà 80 al mese, una cifra che copre tranquillamente spese basilari come pannolini e latte in polvere.

CHI NE HA DIRITTO? 

Solo le coppie che diventeranno genitori o adotterano un figlio tra il primo gennaio 2015 e il 31 dicembre del 2017.

CHI PUO’ RICHIEDERE IL BONUS BEBE’?

Ovviamente non tutti. Per averne diritto bisogna avere un reddito non superiore ai 90mila euro lordi per famiglia. Il bonus si rivolge solo alle neomamme che metteranno al mondo un figlio dopo il primo gennaio del 2015.

CHI PUO’ NON RISPETTARE I LIMITI DI REDDITO?

Le coppie che superino i 90mila euro lordi che hanno almeno cinque figli.

SE HO UN FIGLIO NATO NEL 2014, AVRO’ DIRITTO ANCHE IO AL BONUS?

No, solamente le coppie che diventeranno genitori dopo il primo gennaio 2015. Gli altri restano esclusi dalla riforma.

SE HO UN FIGLIO NEL 2017, AVRO’ DIRITTO AL BONUS PER 3 ANNI?


Sì. Il bonus bebè copre i primi tre anni di tutti i bambini nati entro il 31 dicembre 2017. Per cui riceverai il bonus bebè fino al 2020, fino al terzo compleanno di tuo figlio.

IL BONUS BEBE’ VERRA’ DATO SU BASE MENSILE?

Sì, a differenza di quanto trapelato inizialmente gli 80 euro verranno versati ogni mese e non in un’unica soluzione annua.

UNA RIFLESSIONE SUL NUOVO BONUS BEBE’

Ma 90mila euro non sono un signor reddito per una coppia con un figlio piccolo? A me sembra di sì. Una famiglia che porta a casa 89mila euro in un anno ha davvero bisogno di quegli 80 euro?

Forse allora avrebbe avuto più senso cercare di fare le cose in maniera diversa, agevolando le coppie che ne hanno veramente bisogno.

Non voglio fare i conti in tasca a nessuno…ma quanti di voi hanno un reddito che si avvicina ai 90mila euro l’anno? Pochi immagino.

Secondo me avrebbe molto più senso provare ad abbassare la retta degli asili nido, da noi carissimi (quando si trova posto!) e invece gratuiti in Francia.

bonus bebè renziPensate che io e Papàrisparmio, lo scorso anno pagavamo 108 euro al mese di asilo nido comunale, qui a Milano. “Pocoooo!”, starete pensando. Ma se vi dicessi che era una retta che si basava su un reddito prossimo allo 0, dato che l’anno prima entrambi eravamo disoccupati? E allora, forse, l’esclamazione più giusta è:”Tantoooo!”.

Segno che qualcosa non torna. Non mi piace lamentarmi quando arrivano notizie di questo tipo, perchè sono strumenti utili per noi mamme e le nostre finanze ma sicuramente ci sono ancora troppi sprechi. Le spese vanno ridistribuite. 

“So cosa vuol dire comprare pannolini, biberon e spendere per l’asilo. È una misura che non risolve un problema ma è un segnale” ha detto Renzi.

Che dite? E’ davvero un segnale o una presa per i fondelli?



Spread the love

23 pensieri su “IL BONUS BEBE’ PROMESSO DA RENZI: 80 EURO PER LE NEOMAMME”

  1. e chi ha partorito il 2014 lo prende in quel posto? Ma Renzi o aiuti tutti o nessuno finiscila di fare elemosina e prendere le persone per i fondelli

    1. care mamme e cari operai purtroppo non glie ne frega niente tanto che lui non vive con 900 euro al mese cameriera machina blu stipendio da nababbo cosa gli ne potra fregarsi della povera gente ogni fa finta di un contentino da mano li e da 2 se li riprende purtroppo sono tutti uguali sti politici meglio non votare piu

  2. …presa per i fondelli….ci dovrebbero essere più risorse per le famiglie a basso reddito…in base ai figli che hanno…in base all’Isee in pratica…non solo a quelli che fanno i figlioli nel 2015!

  3. Mia figlia e nata a maggio del 2014, lavoro io solo con uno stipendio di mediamente 1200euro e pago 600 euro di mutuo non si arriva a fine mese e tu renzi aiuti solo chi nasce a gennaio 2015 e noi????? Mi sembra vergognoso portare avanti questa proposta o tutti o nessuno.
    Questa legge dovrebbe essere retroattiva. .così tutti coloro che hanno figli inferiori a tre anni possono godere dell’aiuto
    Grazie.

    1. Mi chiedevo la stessa cosa… é assurdo pensare che chi ha figli di 6,7 mesi e cosi via in pieno svezzamento ecc vengano messi da parte solo perché nati nel 2014. È una vergogna.

  4. Io ho sei figli di cui una coppia di gemelli nati a Maggio 2014… sicuramente non arrivo nemmeno alla metà dei 90000 euro l’anno.. perchè mai noi saremmo diversi rispetto agli altri dato, che pannolini e biberon li compreremo ancora per 2 anni almeno?????
    Queste sono le misure per la famiglia? Ma per piacere va!!!!!!

  5. La data prevista del parto del mio 3 figlio è 7gennaio ma il mio ginecologo mi ha detto che anticiperà di un paio di settimane….anche io dovrò comprare tutto e gli 80mi farebbero comodo….. è un’ingiustizia

  6. perche non fa una legge anche con mutui 5 dello stipendoe sulle bollette secondo le entrate io e mia moglie 2200 euro 5 persone a carico mutuo e finaziamenti non si puo piu vivere

    1. ———- Messaggio inoltrato ———-
      Da: Moreno – Ilona
      Date: 24 ottobre 2014 14:33
      Oggetto: NON ci possiamo credere, intervenga per favore per stabilire
      EQUITA’ ( BONUS BEBE’ )
      A: matteo@governo.it

      Egregio Presidente del Consiglio Matteo Renzi,
      mi chiamo Mancini Moreno, vivo a Cecina, in provincia di Livorno e nel
      prossimo Dicembre diventerò papà ( babbo come diciamo dalle nostre
      parti, come lei sa bene ) di un bimbo insieme all’amata moglie Ilona
      Chernenkova.
      Lo chiameremo Lorenzo Angelo.
      Sono un Tecnico della Prevenzione laureato e un Micologo, lavoro alla
      USL dal 1990, mia moglie è invece disoccupata ( casalinga ) pur
      essendo laureata in Beni Culturali, pur conoscendo tre lingue ed

      essendo brava con il pc, pur avendo fatto il Servizio Civile e tante
      altre domande di lavoro successive a cui non ha mai avuto neppure un
      rigo di risposta.
      Il nostro reddito familiare complessivo composto dal mio solo reddito
      è di circa 30.000 Euro LORDI, la moglie è a mio carico e tra poco avrò
      anche a carico un figlio, il tutto con i contratti fermi al 2009, con
      gli stipendi bloccati a quell’epoca.
      Il motivo per il quale le scrivo è il seguente :
      – nei giorni scorsi insieme alla moglie ho appreso con grande gioia di
      questa misura che lei ha deciso di prendere a favore delle FAMIGLIE,
      riguardanti il BONUS BEBE’ per i nuovi nati, in famiglia che hanno un
      reddito complessivo al di sotto di Euro 90.000 LORDI ( ho una domanda
      a proposito : perchè un limite così alto ? non potevano bastare per
      esempio Euro 50.000 lordi ? ) .
      Abbiamo esultato di gioia a sentire che FINALMENTE qualcuno pensava
      alle FAMIGLIE, in questo periodo di grande difficoltà in tutti i sensi
      per questa cellula vitale della società perchè come ripeto oltretutto
      siamo molto vicini temporalmente parlando a diventare genitori.
      Poi la doccia fredda, gelata, inaccettabile ( se abbiamo capito bene )
      di oggi quando andando a verificare nella rete abbiamo scoperto che
      questa misura ESCLUDE ( è incredibile, se è vero ! ) TOTALMENTE i
      nuovi nati se sono venuti al mondo anche pochi giorni PRIMA del 1
      Gennaio 2015 !!!
      Se fosse vero è semplicemente pazzesco oltre che un’INGIUSTIZIA colossale !
      Come possono accettare DECINE DI MIGLIAIA di famiglie italiane e non
      una roba vergognosa del genere ?

      Se un figlio/a arriva quindi pochi giorni PRIMA del 1 Gennaio 2015

      allora la famiglia NON ha diritto a NULLA pur avendo il parametro del
      reddito nei limiti previsti ?
      Se è così allora diventa insopportabile accettare questo perchè
      sarebbero discriminate famiglie e piccoli che invece hanno gli stessi
      DIRITTI di chi è nato pochi giorni o poche ore dopo !!
      L’unica cosa GIUSTA è quella di far beneficiare i nuovi nati fino
      all’età dei TRE anni come da lei proposto ma andando a ritroso e lei
      questo lo conosce perfettamente.
      In poche parole per esempio se un bimbo alla data del 1 gennaio 2015
      avrà 1 mese allora avrà diritto di avere il BONUS dal 1 Gennaio 2015
      in AVANTI perdendo 1 mese, se uno per esempio era nato due mesi prima
      del 1 gennaio 2015 perderà DUE mesi e così via.
      Fare diversamente sarebbe scandaloso, vergognoso, assurdo,
      inconcepile, inaccettabile !
      Personalmente ho sempre creduto in lei e sono una persona che ha
      contribuito al suo successo attraverso il voto insieme alla famiglia e
      ai parenti più stretti ma se davvero fosse messa in atto questa
      INGIUSTA, INACCETTABILE, VERGOGNOSA DISCRIMINAZIONE non solo non avrà
      mai più la mia fiducia e quella dei familiari e parenti ma NON andrò
      MAI piu’ a votare per il resto dei miei giorni perchè se fosse vero
      quello che ho letto e lei non rimedia a questa ingiustizia significa
      che vivo in un Paese in cui la giustizia dei provvedimenti NON ESISTE
      e che non può esserci di conseguenza nessun futuro, nè economico, nè
      sociale.
      Perchè senza equità non si va da nessuna parte signor Matteo Renzi si
      crea solo rabbia, insoddisfazioni, risentimenti verso una classe
      politica già ampiamente delegittimata dalla corruzione e da privilegi
      inaccettabili.

      Per concludere spero quindi con tutto il cuore di assistere ad una sua
      presa di posizione forte, decisa, ferma che renda EQUA questa misura,
      ciò gli farebbe solo onore e gli farebbe recuperare simpatia anche da
      milioni di dipendenti pubblici e privati italiani che aspettano dal
      2009 di vedere i loro stipendi finalmente adeguati al costo della vita
      ed invece sono costretti da un sistema arrogante a dover ingoiare solo
      bocconi amarissimi.

      Aiuti le famiglie signor matteo Renzi ma con equità altrimenti la sua
      operazione avrà solo l’effetto di creare profondi dolori e grande
      tristezza, un senso d’ingiustizia clamoroso in tutti i coloro a cui
      avrebbe negato ciò che invece meritavano, cioè di venire considerati
      uguali agli altri, non cittadini e cittadine di serie B.

      GRAZIE MILLE.

      Buon lavoro.

      Cordiali saluti.

      Mancini Moreno
      Chernenkova Ilona ( moglie )

  7. ———- Messaggio inoltrato ———-
    Da: Moreno – Ilona
    Date: 24 ottobre 2014 14:33
    Oggetto: NON ci possiamo credere, intervenga per favore per stabilire EQUITA’ ( BONUS BEBE’ )
    A: matteo@governo.it

    Egregio Presidente del Consiglio Matteo Renzi,
    mi chiamo Mancini Moreno, vivo a Cecina, in provincia di Livorno e nel
    prossimo Dicembre diventerò papà ( babbo come diciamo dalle nostre
    parti, come lei sa bene ) di un bimbo insieme all’amata moglie Ilona
    Chernenkova.
    Lo chiameremo Lorenzo Angelo.
    Sono un Tecnico della Prevenzione laureato e un Micologo, lavoro alla
    USL dal 1990, mia moglie è invece disoccupata ( casalinga ) pur
    essendo laureata in Beni Culturali, pur conoscendo tre lingue ed

    essendo brava con il pc, pur avendo fatto il Servizio Civile e tante
    altre domande di lavoro successive a cui non ha mai avuto neppure un
    rigo di risposta.
    Il nostro reddito familiare complessivo composto dal mio solo reddito
    è di circa 30.000 Euro LORDI, la moglie è a mio carico e tra poco avrò
    anche a carico un figlio, il tutto con i contratti fermi al 2009, con
    gli stipendi bloccati a quell’epoca.
    Il motivo per il quale le scrivo è il seguente :
    – nei giorni scorsi insieme alla moglie ho appreso con grande gioia di
    questa misura che lei ha deciso di prendere a favore delle FAMIGLIE,
    riguardanti il BONUS BEBE’ per i nuovi nati, in famiglia che hanno un
    reddito complessivo al di sotto di Euro 90.000 LORDI ( ho una domanda
    a proposito : perchè un limite così alto ? non potevano bastare per
    esempio Euro 50.000 lordi ? ) .
    Abbiamo esultato di gioia a sentire che FINALMENTE qualcuno pensava
    alle FAMIGLIE, in questo periodo di grande difficoltà in tutti i sensi
    per questa cellula vitale della società perchè come ripeto oltretutto
    siamo molto vicini temporalmente parlando a diventare genitori.
    Poi la doccia fredda, gelata, inaccettabile ( se abbiamo capito bene )
    di oggi quando andando a verificare nella rete abbiamo scoperto che
    questa misura ESCLUDE ( è incredibile, se è vero ! ) TOTALMENTE i
    nuovi nati se sono venuti al mondo anche pochi giorni PRIMA del 1
    Gennaio 2015 !!!
    Se fosse vero è semplicemente pazzesco oltre che un’INGIUSTIZIA colossale !
    Come possono accettare DECINE DI MIGLIAIA di famiglie italiane e non
    una roba vergognosa del genere ?

    Se un figlio/a arriva quindi pochi giorni PRIMA del 1 Gennaio 2015

    allora la famiglia NON ha diritto a NULLA pur avendo il parametro del
    reddito nei limiti previsti ?
    Se è così allora diventa insopportabile accettare questo perchè
    sarebbero discriminate famiglie e piccoli che invece hanno gli stessi
    DIRITTI di chi è nato pochi giorni o poche ore dopo !!
    L’unica cosa GIUSTA è quella di far beneficiare i nuovi nati fino
    all’età dei TRE anni come da lei proposto ma andando a ritroso e lei
    questo lo conosce perfettamente.
    In poche parole per esempio se un bimbo alla data del 1 gennaio 2015
    avrà 1 mese allora avrà diritto di avere il BONUS dal 1 Gennaio 2015
    in AVANTI perdendo 1 mese, se uno per esempio era nato due mesi prima
    del 1 gennaio 2015 perderà DUE mesi e così via.
    Fare diversamente sarebbe scandaloso, vergognoso, assurdo,
    inconcepile, inaccettabile !
    Personalmente ho sempre creduto in lei e sono una persona che ha
    contribuito al suo successo attraverso il voto insieme alla famiglia e
    ai parenti più stretti ma se davvero fosse messa in atto questa
    INGIUSTA, INACCETTABILE, VERGOGNOSA DISCRIMINAZIONE non solo non avrà
    mai più la mia fiducia e quella dei familiari e parenti ma NON andrò
    MAI piu’ a votare per il resto dei miei giorni perchè se fosse vero
    quello che ho letto e lei non rimedia a questa ingiustizia significa
    che vivo in un Paese in cui la giustizia dei provvedimenti NON ESISTE
    e che non può esserci di conseguenza nessun futuro, nè economico, nè
    sociale.
    Perchè senza equità non si va da nessuna parte signor Matteo Renzi si
    crea solo rabbia, insoddisfazioni, risentimenti verso una classe
    politica già ampiamente delegittimata dalla corruzione e da privilegi
    inaccettabili.

    Per concludere spero quindi con tutto il cuore di assistere ad una sua
    presa di posizione forte, decisa, ferma che renda EQUA questa misura,
    ciò gli farebbe solo onore e gli farebbe recuperare simpatia anche da
    milioni di dipendenti pubblici e privati italiani che aspettano dal
    2009 di vedere i loro stipendi finalmente adeguati al costo della vita
    ed invece sono costretti da un sistema arrogante a dover ingoiare solo
    bocconi amarissimi.

    Aiuti le famiglie signor matteo Renzi ma con equità altrimenti la sua
    operazione avrà solo l’effetto di creare profondi dolori e grande
    tristezza, un senso d’ingiustizia clamoroso in tutti i coloro a cui
    avrebbe negato ciò che invece meritavano, cioè di venire considerati
    uguali agli altri, non cittadini e cittadine di serie B.

    GRAZIE MILLE.

    Buon lavoro.

    Cordiali saluti.

    Mancini Moreno
    Chernenkova Ilona ( moglie )

  8. ———- Messaggio inoltrato ———-
    Da: Moreno – Ilona
    Date: 24 ottobre 2014 14:33
    Oggetto: NON ci possiamo credere, intervenga per favore per stabilire
    EQUITA’ ( BONUS BEBE’ )
    A: matteo@governo.it

    Egregio Presidente del Consiglio Matteo Renzi,
    mi chiamo Mancini Moreno, vivo a Cecina, in provincia di Livorno e nel
    prossimo Dicembre diventerò papà ( babbo come diciamo dalle nostre
    parti, come lei sa bene ) di un bimbo insieme all’amata moglie Ilona
    Chernenkova.
    Lo chiameremo Lorenzo Angelo.
    Sono un Tecnico della Prevenzione laureato e un Micologo, lavoro alla
    USL dal 1990, mia moglie è invece disoccupata ( casalinga ) pur
    essendo laureata in Beni Culturali, pur conoscendo tre lingue ed

    essendo brava con il pc, pur avendo fatto il Servizio Civile e tante
    altre domande di lavoro successive a cui non ha mai avuto neppure un
    rigo di risposta.
    Il nostro reddito familiare complessivo composto dal mio solo reddito
    è di circa 30.000 Euro LORDI, la moglie è a mio carico e tra poco avrò
    anche a carico un figlio, il tutto con i contratti fermi al 2009, con
    gli stipendi bloccati a quell’epoca.
    Il motivo per il quale le scrivo è il seguente :
    – nei giorni scorsi insieme alla moglie ho appreso con grande gioia di
    questa misura che lei ha deciso di prendere a favore delle FAMIGLIE,
    riguardanti il BONUS BEBE’ per i nuovi nati, in famiglia che hanno un
    reddito complessivo al di sotto di Euro 90.000 LORDI ( ho una domanda
    a proposito : perchè un limite così alto ? non potevano bastare per
    esempio Euro 50.000 lordi ? ) .
    Abbiamo esultato di gioia a sentire che FINALMENTE qualcuno pensava
    alle FAMIGLIE, in questo periodo di grande difficoltà in tutti i sensi
    per questa cellula vitale della società perchè come ripeto oltretutto
    siamo molto vicini temporalmente parlando a diventare genitori.
    Poi la doccia fredda, gelata, inaccettabile ( se abbiamo capito bene )
    di oggi quando andando a verificare nella rete abbiamo scoperto che
    questa misura ESCLUDE ( è incredibile, se è vero ! ) TOTALMENTE i
    nuovi nati se sono venuti al mondo anche pochi giorni PRIMA del 1
    Gennaio 2015 !!!
    Se fosse vero è semplicemente pazzesco oltre che un’INGIUSTIZIA colossale !
    Come possono accettare DECINE DI MIGLIAIA di famiglie italiane e non
    una roba vergognosa del genere ?

    Se un figlio/a arriva quindi pochi giorni PRIMA del 1 Gennaio 2015

    allora la famiglia NON ha diritto a NULLA pur avendo il parametro del
    reddito nei limiti previsti ?
    Se è così allora diventa insopportabile accettare questo perchè
    sarebbero discriminate famiglie e piccoli che invece hanno gli stessi
    DIRITTI di chi è nato pochi giorni o poche ore dopo !!
    L’unica cosa GIUSTA è quella di far beneficiare i nuovi nati fino
    all’età dei TRE anni come da lei proposto ma andando a ritroso e lei
    questo lo conosce perfettamente.
    In poche parole per esempio se un bimbo alla data del 1 gennaio 2015
    avrà 1 mese allora avrà diritto di avere il BONUS dal 1 Gennaio 2015
    in AVANTI perdendo 1 mese, se uno per esempio era nato due mesi prima
    del 1 gennaio 2015 perderà DUE mesi e così via.
    Fare diversamente sarebbe scandaloso, vergognoso, assurdo,
    inconcepile, inaccettabile !
    Personalmente ho sempre creduto in lei e sono una persona che ha
    contribuito al suo successo attraverso il voto insieme alla famiglia e
    ai parenti più stretti ma se davvero fosse messa in atto questa
    INGIUSTA, INACCETTABILE, VERGOGNOSA DISCRIMINAZIONE non solo non avrà
    mai più la mia fiducia e quella dei familiari e parenti ma NON andrò
    MAI piu’ a votare per il resto dei miei giorni perchè se fosse vero
    quello che ho letto e lei non rimedia a questa ingiustizia significa
    che vivo in un Paese in cui la giustizia dei provvedimenti NON ESISTE
    e che non può esserci di conseguenza nessun futuro, nè economico, nè
    sociale.
    Perchè senza equità non si va da nessuna parte signor Matteo Renzi si
    crea solo rabbia, insoddisfazioni, risentimenti verso una classe
    politica già ampiamente delegittimata dalla corruzione e da privilegi
    inaccettabili.

    Per concludere spero quindi con tutto il cuore di assistere ad una sua
    presa di posizione forte, decisa, ferma che renda EQUA questa misura,
    ciò gli farebbe solo onore e gli farebbe recuperare simpatia anche da
    milioni di dipendenti pubblici e privati italiani che aspettano dal
    2009 di vedere i loro stipendi finalmente adeguati al costo della vita
    ed invece sono costretti da un sistema arrogante a dover ingoiare solo
    bocconi amarissimi.

    Aiuti le famiglie signor matteo Renzi ma con equità altrimenti la sua
    operazione avrà solo l’effetto di creare profondi dolori e grande
    tristezza, un senso d’ingiustizia clamoroso in tutti i coloro a cui
    avrebbe negato ciò che invece meritavano, cioè di venire considerati
    uguali agli altri, non cittadini e cittadine di serie B.

    GRAZIE MILLE.

    Buon lavoro.

    Cordiali saluti.
    Moreno
    Ilona ( moglie )

  9. Non e per niente giusto ! io dovrei partorire il 31 dicembre 2014 e quindi per un giorno non posso ricevere il bonus bebe! ma e proprio una presa per i fornelli..:(

    1. Purtroppo quando vengono introdotti degli aiuti economici di questo tipo, c’è sempre chi rimane fuori per poco. E’ sempre stato così e sempre sarà. Anche ai miei tempi (2012) non c’era na mazza… 🙁 bene per queste mamme del 2015, mi consolo così, anche se certo avrebbero fatto stra-comodo allora!

  10. La cosa ridicola è che bastava introdurre nella legge che il bonus non è retroattivo e che verrà erogato ai bimbi che entro il 2017 avranno i 3 anni di età. Giorno o non giorno, anche io ho partorito nel 2014, unico anno in cui non è stato dato NIENTE (se non la presa per i fondelli del bonus asilo/baby sitter…e certo, 300 euro a fronte della rinuncia completa del congedo parentale, che aiutone!), e non pretendo che mi vengano dati i soldi da quando mio figlio è nato, ma almeno dal momento in cui è entrata in vigore la legge! Anche il nostro reddito familiare COMPLESSIVO non arriva a 30 mila euro.. mica siamo dei nababbi!
    E comunque in Italia ce la dobbiamo finire se ogni volta che qualcuno ottiene qualcosa e noi no ci lamentiamo dicendo “o tutti o nessuno”…. meglio tutti un po’ invece che tanto a pochi o niente a nessuno!!! Aspiriamo ad un miglioramento piuttosto che ad un peggioramento per altri perché noi “rosichiamo”… e dai!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *