stare-bene

SE TRATTARSI BENE DIVENTA UNA CONQUISTA, MOLTO SCONTATA

Spread the love


Stare bene.

Stare bene dovrebbe essere un diritto, uno di quelli inalienabili del genere umano. Eppure non è così. Più vado avanti e più capisco che come stare bene sia una conquista. Un obiettivo che va coltivato, giorno per giorno, perchè lasciarsi andare, soprattutto quando si è neomamme, è un attimo! Entri in un tunnel di stanchezza, dove le priorità sono sempre altre e tu non sei mai in cima alla lista.

Tu, vieni sempre dopo.

sentirsi bene

Stare bene è anche un’uscita con le amiche…i primi tempi è difficile trovare persino il tempo di farsi una doccia, vero? Foto di Kevin Schmitz.

Non hai più voglia di farti bella, di truccarti, vestirti bene. Anzi, a volte nemmeno ti vesti e resti tutto il giorno in pigiama. Fuori fa sempre troppo freddo o troppo caldo. Le scuse per non uscire non mancano mai. Di solito, la prima a risentire di questa situazione è proprio  la coppia.

Io ci sono passata. Non è depressione post partum, no! E’ più uno stato di apatia, che forse è persino peggio, perchè il fondo non lo tocchi mai; sei così brava da riuscire a trovare una sorta di equilibrio in quello status. Così i giorni passano, tu ti imbruttisci dentro e fuori, i mesi trascorrono via via lisci, uno dopo l’altro, fino a quando poi ti guardi allo specchio e ti vedi un cesso. Sì, un cesso, senza troppi giri di parole.

Ma adesso che la bella stagione è alle porte e Babyrisparmio sta finalmente crescendo e diventando più autonoma sento che è cambianto qualcosa in me! Comincio a sentire di nuovo quella voglia di prepararmi, farmi bella, per me in primis e poi anche per Papàrisparmio.

benessere neomamma

Durante la gravidanza ho continuato a prendermi cura di me stessa: qui per esempio ero alle terme.   Con la nascita della bimba ho smesso. E’ ora di ricominciare

Non ricordo nemmeno più l’ultima volta che sono andata da estetista e parrucchiere. E devo dire che oggi non ci sono più davvero scuse. Una volta si poteva dire: “Eh ma costa un sacco”. Tante volte vi ho parlato di Groupon sul sito, perchè fra tutti i siti di gruppi d’acquisto è sicuramente quello che più di ogni altro offre tutele al consumatore (per esempio il rimborso del coupon qualora non lo si potesse più usare, con un semplie clic o tramite riaddebito sulla carta o come conto groupon).


Ebbene ho deciso che a breve comprerò qualche coupon per farmi trovare pronta dalla bella stagione. Ho voglia di mostrare delle mani curate, mettermi una gonna e avere i capelli in ordine, soprattutto ora che cominciano a comparire i primi capelli bianchi. Qui a Milano si trovano offerte davvero vantaggiose che con qualche decina di euro, per esempio, ti permettono di fare manicure, pedicure, ceretta. No, non serve più lasciargli giù cento euro. E forse qualcosa di buono – se così vogliamo dire- questa crisi l’ha pure portato con sè.

Ha reso lo “stare bene”, nel senso di “sentirsi belle”, a portata di tutte le tasche.

Ma non è tutto.

stare-bene

Per ogni offerta appartenente al settore salute, benessere e medicina estetica, fino al 5 aprile, Groupon devolverà 2 euro alla Casa Pediatrica del Fatebenfratelli, un reparto tecnologico ed innovativo di primissimo livello, progettato e realizzato a misura di bambino. Ogni offerta che aderisce al progetto, è segnalata con il logo della struttura.

Se stare bene fa anche fare del bene, allora più cerette per tutte (per la gioia dei nostri mariti ;-))!

Qui sotto, qualche esempio delle promozioni che partecipano all’iniziativa. Grazie!

groupon offerte



Spread the love

2 pensieri su “SE TRATTARSI BENE DIVENTA UNA CONQUISTA, MOLTO SCONTATA”

  1. Ciao a tutte!!
    Io ho usato diverse volte i coupon ma purtroppo il più delle volte, specie con parrucchieri ed estetiste, hanno passato tutto il tempo a dirmi quanto loro ci rimettono ad offrire questi servizi on coupon…e spesso oltre alle lamentele c’era anche un servizio svolto male e svogliatamente. Spero sia solo un atteggiamento un po’ ottuso di chi vive nella mia zona (tra Gorizia e Trieste) perché è davvero un peccato per le aziende non riconoscere il potenziale di un cliente soddisfatto per il servizio ricevuto nonostante il basso prezzo. Nonostante ciò non mi rassegno…w i coupon!!

    1. Ciao Marta ti do perfettamente ragione su tutto. Direi che va anche un po’ a fortuna. Io per esempio, quando posso, scelgo locali che già conosco “di nome” o magari verso il centro, perchè so che il servizio in linea di massima sarà migliore. Preferisco spendere qualcosina in più e andare sul sicuro. L’atteggiamento di cui parli l’avevo notato un po’ anche io all’inizo, qui a Milano…ti parlo di diversi anni fa. Ormai i coupon si sono sdoganati e anzi…i commercianti hanno capito che sono una risorsa per avere i locali sempre pieni. E poi come dici tu, se uno si trova bene ci torna anche volentieri, no? 🙂 Dunque, chi è causa del suo mal pianga se stesso. W i coupon 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *