contatto pelle a pelle

ALLATTAMENTO AL SENO E BIBERON, COME CONCILIARLI

Spread the love


Esattamente come i bambini, anche noi, nel nostro percorso di mamme attraversiamo diverse fasi. Ho cambiato idea sull’allattamento e cosleeping tante di quelle volte (soprattutto nei momenti di particolare stanchezza!) che nemmeno me lo ricordo più!

Dare il seno a lungo, smettere a sei mesi, continuare oppure o no? A tutte queste domande, almeno una volta, ho risposto con un sì.

Alla fine ho seguito l’istinto, come spesso facciamo noi mamme, ed è andata che ho smesso di allattare a 26 mesi.

LEGGI ANCHE: Smettere di allattare, così ho vinto il senso di colpa

Dovessi avere un altro figlio non credo farei uguale. Mi fermerei di sicuro prima anche per il solo fatto che da quando ho chiuso “i rubinetti”, la piccola ha cominciato a dormire tutta la notte. Non è poco!

Non che il suo bisogno di ciucciare sia scomparso da un giorno all’altro. Anzi.

PER UN BIMBO CIUCCIARE E’ VITA

Il loro istinto, appena venuti al mondo, gli dice: “Se vuoi sopravvivere devi ciucciare”. Ma la suzione non è solo questo. Quando ho introdotto l’acqua, verso i sei mesi, gliel’ho sempre offerta con il biberon e così ho continuato a fare anche quando le ho tolto il seno proprio per assecondare questo suo bisogno. La suzione, infatti, è anche un momento di estasi.

tomme tippee biberon

Ogni tanto mi soffermo a guardare mia figlia mentre ciuccia dal biberon e mi scappa quasi da ridere – beve anche dal bicchiere eh! Una cosa non esclude l’altra – perchè ha quell’espressione goduriosa di chi si fa fare un massaggio a fine giornata.

La sera, quando per esempio vedo che non ha mangiato molto, le preparo un bel biberon di latte e nesquick, rigorosamente freddo.

NO LIMITS MA DI TUTTO UN PO’


Qualche volta le do anche qualche succo, che tuttavia si diverte a prendere con la cannuccia. Non sono per le limitazioni e i divieti assoluti. Non esagero in nulla ma nemmeno mi sento di privarla delle cose, perché quando hanno provato a farlo con me, io poi di proposito ho sempre fatto tutto, ma con gli interessi.

Cerco di vivere in maniera esay il mio essere mamma, provando a semplificare un compito già non facilissimo. E poi è dimostrato ormai: ansiose noi, ansiosi anche loro!

IL PRIMO BIBERON NON SI SCORDA MAI

L’ho ricevuto in dono dalla moglie di mio papà, il Closer to Nature di Tommee Tippee, con il set bagno (forbicine, limetta, spazzola, pettine sempre Tommee Tippee). Ricordo che la piccola era ancora nel  pancione e a malapena sapevo cossa fosse un blog.

contatto pelle a pelle

Tanto contatto pelle a pelle per noi, anche perchè è nata a fine giugno e faceva caldissimo

Quando è nata, fortunatamente, si è attaccata subito al seno ma volevo rendere partecipe anche Papàrisparmio, tanto più che abbiamo avuto la fortuna di trascorrere i primi otto mesi di nostra figlia sempre assieme, tutti e tre (i “vantaggi” della disoccupazione!).

Così è capitato che ogni tanto mi tirassi il latte perché fosse proprio il suo papà a darglielo con il biberon e lei, ingorda com’era, non si è mai fatta pregare. A distanza di due anni, il biberon è lo stesso. La ragazza invece è raddoppiata: da 50 cm da 1 metro. Ne devi bere di latte per crescere così!

 

                                                                                                 

I BIBERON DELLA TOMMEE TIPPEE

Hanno una tettarella molto morbida che a vederla ricorda in tutto per tutto il seno della mamma. Non a caso il loro nome, tradotto significa “Più vicini alla natura”.  Inoltre il getto d’uscita è regolato in base all’età del bambino questo per evitare che ne esca troppo e possa strozzarsi. L’impugnatura è ergonomica, antiscivolo e il materiale – cosa importantissima – non contiene Bisfenolo-A (BPA), una sostanza presente in molti ciucci e biberon i cui effetti sull’organismo non sono ancora  ben noti. Meglio andare sul sicuro.

Siamo mamme easy ma sulla sicurezza dei nostri figli siamo tutte serissime!

410x340_6

Per scoprire i ciucci e gli altri prodotti di Tommee Tippee potete andare qui:

TommeeTippee

Tomme Tippee su Facebook



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *