lavoretti bimbi

UOVA FABERGE, LAVORETTO PER BAMBINI PER PASQUA

Spread the love


Un’idea per un lavoretto pasquale da fare coi bambini un po’ diverso da solito: un ciondolo a forma di uovo, come le famose uova Fabergè.

Non so se anche voi avete un’amica tuttologa.

L’amica tuttologa è quella che sa di tutto un po’, senza per forza eccellere in uno specifico argomento ma – state pur certi! – che almeno le basi le sa.

La mia amica tuttologa si chiama Veronica ed è sempre informata sui trend del momento, sui prodotti che usano le star, sul teatro di nicchia (per me soporifero). La mia amica tuttologa mi diceva di non poter uscire il sabato sera perchè doveva fare decluttering. Me lo diceva già 20 anni fa, quando noi “normali” lo usiamo al massimo da cinque anni come modo di dire.

Voglio molto bene alla mia amica tuttologa perchè lei compensa la mia parte grezza: io sono più “terra-terra”.

Insomma la mia amica Vero, è una tipa avanti.

gioielli fabergèUna decina di anni fa, mio padre assieme a suo moglie mi regalò un ciondolo a forma di uovo per il mio compleanno e successivamente un bracciale. Inutile dire che ne rimasi alquanto perplessa. Quando poi mostrai il mio sdegno alla Vero, lei mi disse più o meno così:

“Ma sei matta? Queste sono le famose uova russe di Fabergè!”

Prima di allora, per me, Fabergè = buio totale.

Grazie a lei scoprii che queste uova Faberge erano e sono piuttosto famose (e costose!).

Così quell’uovo che mi appariva insulso assunse un altro valore, perchè dietro a quel ciondolo c’era anche una bella storia da raccontare. Molte volte è la storia che c’è dietro a un oggetto a farne il valore.

uova faberge ciondoli

I ciondoli Fabergè, uno più bello dell’altro

Ecco come sono nate le uova Fabergè:

Peter Carl Fabergè era l’orafo ufficiale dello zar Alessandro III che per celebrare i 20 anni di fidanzamento con la zarina Maria di Danimarca, chiese all’orafo un uovo speciale per la Pasqua.  Era l’anno 1885 e da allora, fino al 1917 – anno della rivoluzione russa – Fabergè realizzò ogni anno uova sempre più raffinate e preziose. Dentro le sue uova si nascondevano all’interno altre sorprese come delle miniature, delle pietre preziose, uccellini meccanici. Attualmente le uova imperiali riconosciute sono circa una cinquantina, sparse in musei e collezioni private di tutto il mondo. Pensate che per riportarne un po’ nell’amata madre Russia, uno dei tanti multimilionari del Paese, ha speso la bellezza di 100 milioni di dollari per accapararsene solo nove. Fate un po’ i conti…

Ovviamente il mio ovetto vale molto (ma moltooooo) di meno.

Quando arriva la Pasqua mi piace indossarlo. Ora che c’è la mia bimba più che mai, perchè queste feste sono davvero magiche per i più piccoli e vissute con grande attesa.

Non a caso appena l’ha visto, mia figlia ha detto: “Mamma voglio anch’io un uovo da indossare”.


fimo ciondoliNon potendole dare il mio, mi sono ricordata che non molto tempo fa avevo acquistato delle perline in legno, del filo elastico e del fimo sul sito Borgione, un negozio che tutte le mamme creative conosceranno perchè è specializzato soprattutto nella vendita di materiale per creazioni manuali.

Così l’altro pomeriggio, anzichè metterci davanti alla televisione a guardare Cartoonito, abbiamo tirato fuori il materiale, un vecchio orecchino da cui ho ricavato il gancetto e ci siamo messe a creare le nostre uova Fabergè in fimo.

lavoretti con i bambini

Ho deciso che almeno un giorno a settimana lo dedicheremo alle attività manuali da fare assieme.

Io nella coppia, non sono quella del gioco, lo ammetto. Il papà è più quello del nascondino, del cavalluccio, del puzzle. Io sono quella delle regole, del “Flor siamo in ritardo”, “Flor andiamo”. Voglio che questi momenti della creatività diventino i nostri angoli speciale di gioco. 

Trovo che questo tipo di attività siano delle vere e proprie medicine. Non è un caso che nei centri di riabilitazione psichica e nelle carceri le attività manuali e creative facciano parte di un percorso teso al recupero psico-fisico.

mobiletto decoupageIo, quando uso le mani, mi rilasso. Nei periodi di difficoltà della mia vita, dedicare i miei pensieri alle attività manuali, mi ha salvata.

Ho realizzato diverse cose con il decoupage: alcune le ho a casa con me, molte le ho regalate. Tanti, tantissimi vassoi che sono stati apprezzatissimi.

Questo è un mobile che prima era completamente in legno, con una lastra di marmo nera molto cupa, e che ho dipinto e decorato con delle immagini di Alice nel Paese delle Meraviglie.

Questo sotto è quello che ho fatto a tema Cenerentola e che usiamo la mattina per la colazione,

vassoio cenerentola

Poi quando aspettavo mia figlia, mi era venuta la passione per il cucito. Tenendo conto che non avevo mai tentuto un ago in mano prima di allora, mi ritengo soddisfatta. Che ne dite? Un pantaloncino per me e un vestitino per lei.

cucito bambini

Tutti possono essere creativi. Non servono particolari abilità. Il fimo è come il pongo, solo che una volta finito il proprio lavoro lo si mette in forno a 130° circa per 15-20 minuti. Niente di più.

Ed ecco il nostro braccialetto pasquale con ciondolo Fabergè per bambini.

 

braccialetto bambina

Finita la Pasqua toglieremo l’uovo e lasceremo il fiore. Del resto lei si chiama Flor, quale braccialetto migliore per lei?

braccialetto fai da te bambini

 

 

 



Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *