"female Baker With Oven"

COME PULIRE LE INCROSTAZIONI DEL FORNO IN MANIERA NATURALE ED ECONOMICA

Spread the love


Pulire il forno non è mai stato così facile! Vi insegno un piccolo e semplicissimo trucco che vi farà buttare via quegli inutili e costosissimi prodotti specifici una volta per tutte. E addio incrostazioni!

Il problema del forno sporco è una di quelle cose ci fa andare via di testa. Perchè? Perchè nove volte su dieci ce ne accorgiamo quando ci serve. La nostra torta o il nostro pollo ripieno aspettano solo di essere infornati e noi, solo dopo aver preriscaldato, dall’odore nauseabondo che aleggia per la casa ci accorgiamo che l’ultima volta che abbiamo fatto il pesce i liquami si sono incrostati sul ripiano inferiore. Una torta che sa di pesce? Anche no! 

Su questo c’è poco da fare. Bisognerebbe, ogni volta, subito dopo aver usato il forno, stare lì a pulirlo. Ma dover aspettare che si raffreddi prima di poterlo fare, di certo non aiuta la nostra memoria.

 

"female Baker With Oven"

“female Baker With Oven” BY Fdp

 

 

Una cosa di cui ancora non mi capacito è il costo degli spray pulisci forno. Cioè, cosa c’è dentro? Oro fuso? E poi tanti altri prodotti che costicchiano hanno la possibilità di essere ammortizzati utilizzandoli su diverse cose, mentre lo spray pulisci forno fa solo quello!

Beh, come immaginerete, io è già da un po’ che ho smesso di comperare i vari prodotti specifici.

ECCO COME PULISCO IL FORNO (quando mi ricordo 😉 )!


Prendete il solito bicarbonato, dell’acqua frizzante e create una pappina piuttoso fluida. Spalmatela su tutte le pareti del forno che necessitano di essere sgrassate. Una volta conclusa questa operazione, spruzzate il solito aceto bianco (cliccate qui se volete conoscere altri fantastici usi dell’acete bianco!). Lasciate in posa e ogni tanto ricordatevi di dare un’altra bella spruzzatina di aceto nelle parti più ostiche.

Il trattamento di bellezza del vostro forno deve riposare almeno una notte. La mattina quando vi svegliate, passate la spugna. E rimanete pure a bocca aperta 🙂

In emergenza, non aveste l’aceto, potete usare anche un limone. In questo caso aiutatevi con l’acqua calda (aiuta a usare un po’ meno limone, che in proporzione all’aceto costa decisamente di più!).

Bene, è davvero tutto! Buone pulizie economiche con la vostra Mammarisparmio

E voi? Conoscete altri metodi fai da te? Fatemeli sapere! Ah e si vi piace quello che scrivo, condividetelo schiacciando il bottone qui sotto di Facebook! Grazie mille amica!

 

 



Spread the love

17 pensieri su “COME PULIRE LE INCROSTAZIONI DEL FORNO IN MANIERA NATURALE ED ECONOMICA”

  1. Ti do man forte perchè è praticamente come faccio io, solo non conoscevo il trucchetto dell’acqua frizzante! Inoltre, mentre il forno intiepidisce passare un panno umido aiuta.
    E non è solo questione di risparmio: i prodotti specifici puzzano, sono tossici e costringono ad usare il forno a vuoto per molto tempo per essere certi di aver rimosso tutto il residuo del prodotto chimico

  2. fantastico… semplicemnte fantastico…
    stavo appunto cercando un modo per pulire il formo e mi sei apparsa tu…

    io lo pulivo con aceto ma ultimamente non mi veniva tanto bene…

    ti aspetto

  3. Ottimo suggerimento. Io ho scoperto per caso come pulire il forno a microonde senza detersivi: mettete nel forno un bicchiere pieno di acqua (solo 3/4) e fate partire il forno a temperatura 600 per 3 minuti in modo che l’acqua inizi a bollire. Il vapore farà sciogliere anche lo sporco annidato tra le serpentine superiori del forno ( se avete anche il grill nel microonde) e basterà una spugna per rimuoverlo completamente.

  4. Ciao, volevo provare a pulire il forno con aceto e bicarbonato, non ho capito se questa pappa deve stare tutta la notte, poi la mattina seguente passo aceto, il forno deve essere tiepido, Grazie

    1. metti subito la pappetta….poi ogni tanto ci spruzzi sopra l’aceto….tipo una volta ogni 30 minuti. Poi vai a nanna e la mattina con un panno bagnato togli via tutto. 🙂 Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *