giorno del parto

IL DOLORE DEL PARTO SI DIMENTICA, L’EMOZIONE NO

Spread the love



Quando ho visto il video de #ilpiùbelviaggio, mi sono commossa. Non a caso ha registrato più di un milione di visualizzazioni in un solo giorno anche se si tratta di un video pensato per promuovere un auto, la nuova Ford BMax. Ma quelli bravi sanno fare cose belle anche con la pubblicità e, soprattutto, riescono a emozionare con una pubblicità.

Si avvicina il compleanno della mia bambina; fra poco meno di un mese farà tre anni.

Già, tre anni! Ci sono momenti in cui ti sembra che il tempo non passi mai, che certe fasi come quella del non dormire durino in eterno, che non arriverà mai il momento in cui potrai tornare a guardare un film per intero come prima o farti una doccia senza interruzioni. E invece quel tempo poi improvvisamente arriva, più in fretta di quanto non ti aspettassi.

Sono passati già tre anni, dicevo, dal giorno del parto eppure quelle emozioni sono ancora lì, molto vive, dentro di me. Anche perchè per evitare di dimenticare qualche dettaglio, papàrisparmio e io abbiamo girato parecchi video del nostro rientro a casa.

E così, oggi, quando ci prende la nostalgia di quel fagottino, passiamo le serate a riguardare il suo primo bagnetto, la sua prima risatina o la prima smorfia fatta quando ha assaggiato l’arancia…

giorno del partoAnche nel giorno del parto ho chiesto a papàrisparmio di scattare qualche foto, perchè potessi ricordare anch’io quel momento per sempre. Sapevo infatti che sarei stata troppo in trance per cogliere tutti i dettagli e così, per fortuna, quelle foto mi hanno aiutato poi a rimettere in ordine le idee e riempire di domande papàrisparmio (che è stato tutto il tempo con me in sala parto).

LEGGI ANCHE: Come fare un fiocco nascita fai da te (come quello nella foto)


Non ho fatto un travaglio lunghissimo però ho recuperato dopo, in spinte: oltre due ore a spingere con la piccola che faceva un passo avanti e due indietro (c’è voluta una bella episiotomia per sbloccare il tutto!)

Che momenti quelli del parto!

Nove lunghi mesi di attesa che culminano in una giornata in cui provi il più grande dolore della tua vita e allo  tempo stesso la gioia più grande. Roba da destabilizzare chiunque. Invece una mamma non solo ce la fa ma è subito pronta a prendersi cura di una nuova vita.

Certo, è molto faticoso all’inizio perchè gli stravolgimenti sono tanti e la paura di sbagliare è perenne. Per questo meglio, potendo, pensare a certe cose prima di partorire (LEGGI anche –>>> 10 cose indispensabili quando nasce un figlio).

Una di queste, come si intuisce dal video realizzato da Ford per omaggiare le mamme e la loro fatica in quel giorno, è proprio l’auto. Non c’è cosa più odiosa di dover fare contorsionismi a due giorni dal parto, quando hai tutte le ossa rotte e – come nel mio caso – 150mila punti proprio lì sotto. Quando arriva un figlio un’auto spaziosa diventa una necessità; meglio se con quattro porte e magari una bella ciambella da mettere sotto il sedere per il viaggio tra l’ospedale e casa 😉



Spread the love

Un pensiero su “IL DOLORE DEL PARTO SI DIMENTICA, L’EMOZIONE NO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *