RICEVERE LA SPESA A CASA DAL TUO SUPERMERCATO PREFERITO CON MENO DI 5 EURO

Vado al supermercato ogni 21 giorni. Nel mezzo faccio un po’ di spesa online usufruendo degli sconti soprattutto per gli ingombranti come acqua, pannolini e detersivi. Di solito me la consegnano in due ore grazie a un servizio che copre tutti i supermercati più famosi.

Odio fare la spesa.

Mi annoia proprio, mi sembra uno spreco di tempo negli unici giorni liberi della settimana. Nonostante questo mio rifiuto, di fare la spesa, proprio non si può fare a meno.

La spesa ideale richiederebbe molto tempo, perchè bisognerebbe seguire tutte le promozioni del momento, magari usare i coupon e persino cambiare supermercato all’occorrenza per sfruttare al massimo le offerte in circolazione. Ovvio sto sempre attenta ai prezzi e quando si tratta di comperare online utilizzo sempre i codici sconto. Vedere scendere il prezzo nel carrello mi regala un’euforia che è ormai una dipendenza

A tal proposito prima di fare la spesa online fate sempre un salto sui siti dove trovare buoni sconto come Sconti.com.  Adesso per esempio con il codice TRDAABBSCO valido fino al 30 novembre su una spesa minima di 45 euro avrete 7 euro di sconto da usare sul sito Supermercato24 di cui vi parlerò a breve per una ragione ben precisa.

Ma torniamo per un attimo alla mia spesa.

Da un po’ di anni sono riuscita a sperimentare una tecnica che mi consente di andare al super ogni tre settimane e non entrare mai più in un negozio per ben 21 giorni di fila.

Ora vi spiego meglio.

Di solito vado a fare la spesa all’Esselunga perché il punto vendita vicino casa mia ha un’area giochi dove lasciare i bambini.  Quindi per quell’oretta lascio Flor, la più grande,  giocare e io e papàrisparmio ci dividiamo i carrelli (adesso, in realtà uno ha il carrello e l’altro il passeggino con Tiara).

spesa in famiglia

A me spetta tutto il fresco come la verdura, la frutta la carne il pesce, mentre a lui  tocca il secco, il banco dei salumi e tempo addietro anche quelli che io chiamo i pesantoni come acqua, latte e detersivi. Acquistando una volta ogni tre settimane, facciamo delle piccole scorte di tutto: pasta, riso, merendine ecc.

Da quando è arrivata la piccola però il posto libero in auto è ridotto all’osso.

Come avere la consegna immediata della spesa da Esselunga

Quindi per ovviare al problema – di solito dopo una decina di giorni – faccio una spesa online per acquistare gli ingombranti e magari un po’ di frutta e verdura.

Compro su Amazon Prime (al quale però dovete essere abbonati al costo di 19 € l’anno e potete solo comperare da Unes) oppure sul sito di Esselunga.

Come vi dicevo, esiste un servizio che si chiama Supermercato24 e che vi garantisce la consegna nel giro di un paio d’ore.

Se avete provato a fare la spesa online sul sito di Esselunga, avrete notato che la consegna è fissata di solito per il giorno seguente se non addirittura dopo 48 ore (ovviamente gli orari che servono a me, cioè verso le 18.00 sono anche i più gettonati). Passando però dal sito Supermercato24 potrete fare la spesa da Esselunga e avere consegnata la spesa in due ore!

Questo perché Supermercato24 può contare su un gruppo di personal shopper che va a fare la spesa per voi, al vostro posto! Il servizio è così “personal” che se alcuni prodotti non dovessero essere presenti nel punto vendita, il vostro personal shopper vi contatterà per proporvi delle alternative.  

E qui al link trovate una serie di codici sconto dedicati (https://sconti.com/codice-sconto-supermercato24): dalle spese di spedizione gratis a buoni sconto sopra una determinata soglia di spesa.

acqua consegna a casa milano

Tutto ciò che pesa e occupa spazio, lo compero online con lo sconto

La spesa online a casa con PAM, Carrefour, Ipercoop, Conad, Eurospin, Famila e molti altri 

Il servizio è attivo in 19 città ed è valido non solo con Esselunga ma anche con tutti quei supermercati che ancora non consegnano la spesa online (e forse mai lo faranno, dato che si sono appoggiati tutti al circuito di Supermercato24). Se abitualmente fate la spesa al PAM, al Carrefour o all’Ipercoop ecc. potete farla anche online pagando 4,90 euro di spedizioni con l’enorme vantaggio di avere la spesa consegnata a casa, al piano.

A Milano, per alcuni cap (come anche in altre città) ci sono anche alcuni negozi di zona meno grossi che si appoggiano a questo servizio di consegna online come Sapore di Mare (pesce surgelato e consegna anche in un’ora), SignorVino per il vino, ecc.

Tornando alla mia spesa, scommetto che molte vi starete chiedendo: “ma come fai a comperare la frutta e la verdura per tre settimane senza che scada?”.

Il trucco sta nella scelta degli alimenti e nella loro organizzazione.

Certo il mio è un menu abbastanza rigido che segue il palato e i suoi desideri fino a un certo punto, dato che bisogna dare delle priorità a certi cibi affinché non vadano a male. Pane e latte fresco non ci sono mai. Usiamo i cracker o la piadina.

La prima settimana si mangiano tutte le verdure fresche e successivamente si cominciano a mangiare le verdure cotte, che io preparo tutte il giorno stesso della spesa e poi congelo (spinaci, erbette, ecc.).  Raramente le compero già congelate perchè occupano più spazio e in freezer ci finiscono anche la carne e il pesce delle tre settimane. Purtroppo il congelatore non è abbastanza grande.

L’ultima settimana può anche capitare di dover mangiare qualche verdura in scatola. Ma un piccolo sacrificio se penso al tempo che risparmia evitandomi due sabati consecutivi di spese. Nel tempo risparmiato faccio tante belle attività in famiglia.

E poi c’è sempre tanta di quella gente strana al supermercato: quelli che stanno tre ore a scegliere una busta di  affettato calcolando i millimetri di percentuale grassa del crudo, altri che al banco della frutta vivisezionano mela per mela rigirandole, chi lascia il carrello in mezzo alla corsia senza pensare che possa dover passare un’altra persona…

Insomma che stress.

E voi come vi organizzate con la spesa? Anche voi lasciate passare così tanto tempo come me oppure andate tutti i giorni a comperare qualcosa come si faceva una volta (mia mamma fa ancora così)?

risparmiare sulla spesa

 

PORTARE IL NEONATO IN MONTAGNA: INDICAZIONI E PRECAUZIONI

Portare un neonato in montagna? È un argomento molto delicato, che vede spesso emergere opinioni contrastanti.

C’è chi pensa che l’alta quota possa fare bene ai bimbi piccoli e chi invece riflette più sulle controindicazioni. Di certo, questo è un tema che genera preoccupazioni, e spesso allarmismi e timori che non trovano riscontro nei fatti. Ma ciò non toglie che, proprio come succede per il mare, anche la montagna necessiti di precauzioni: soprattutto quando c’è un neonato di mezzo. E la confusione che regna sovrana su questo argomento, non può che essere sfatata con una serie di pareri derivanti dagli esperti:

  • Portare il neonato in montagna è possibile?
  • Quali precauzioni prendere?
  • E quali sono le migliori indicazioni per farlo?

portare_neonato_montagna

Neonati in montagna: rischi e relative precauzioni da prendere

 

Si parte innanzitutto dal sole, che non va certamente in ferie quando si tratta di montagna. Anzi: il riverbero dei raggi solari – soprattutto in presenza della neve – può far prendere delle brutte scottature a chiunque, specialmente ai bimbi piccoli che hanno la pelle delicatissima e molto sensibile al sole. Per questo è importantissimo applicare con regolarità creme solari specifiche per la pelle dei neonati e limitare l’esposizione nelle ore di punta della giornata. Un altro dei fattori più importanti da tenere in considerazione è indubbiamente il freddo: i bimbi piccoli sono molto sensibili alle basse temperature, quindi la seconda regola è coprirli per bene, soprattutto la testa, le estremità e il collo. Inoltre, bisogna tenerli idratati e proteggere anche i loro occhi dai raggi solari.

Infine, gli esperti consigliano anche di farli deglutire ogni 300 metri di altitudine.

Altitudine e neonati: in quota sì o no?

 

  • Il dubbio maggiore che tormenta mamme e papà è il seguente:
  • l’alta quota che effetti ha sui neonati?
  • E fino a che altitudine è il caso di portare i bimbi?

Secondo il pediatra Gianfranco Trapani, l’aria della montagna fa bene ai neonati e dunque non è mai il caso di rinunciarvi.

Però, esistono delle regole: mai superare un’altitudine di 1.200 metri, perché i bimbi con meno di 12 mesi non hanno ancora il fisico per reggere la quota da “alta montagna” (circa 2.500 metri).

E poi questo discorso va sempre applicato ai neonati sani: se da un lato l’aria pura di montagna aiuta a prevenire molte malattie, dall’altro il freddo può peggiorare quelle già presenti. È anche importante monitorare la reazione del neonato: se si lamenta più del normale, vuol dire che è ancora presto per portarlo in alta quota. Infine, il passaggio in alta quota in auto non deve mai essere immediato ma sempre graduale, questo per via della pressione.

neonato in montagna

MAGICUBE, LE COSTRUZIONI A FORMA DI CUBO ADATTE ANCHE A BIMBI MOLTO PICCOLI

Avendo un blog ormai da quasi 5 anni, ricevo parecchi giochi da testare. Le aziende, ovviamente, sperano che poi io li mostri alle mamme che mi seguono.

Questo per dirvi che ne ho maturato una certa esperienza sul tema. Come tutte le mamme del resto.

Premetto che non sono una di quelle che si pone dei limiti in fatto di giochi; per cui vanno bene i giochi in legno, i giocattoli tecnologici, quelli da fare all’aria aperta, quelli educativi ecc.

Va tutto bene, purchè si giochi!

Quanti di questi – anche tra quelli costosi – vengono però accantonati nell’arco di un paio di giorni?  Tanti.

Qui vi parlo di un giocattolo che verrà sfruttato tantissimo da bambini più piccoli e più grandi: sono i  nuovi cubi Magicube di GeoMag .

Costruire, comporre, trasformare, inventare, disfare. Ai bambini piace fare tutto questo. Per questo i cubi magici di GeoMag sono così amati dai bambini.

Flor ci ha giocato e ci gioca tantissimo. E anche Tiara – 10 mesi – non disprezza, a modo suo. Anzi. Guardate come si diverte col suo papà!

tiara che gioca col papà

Sulla confezione consigliano l‘utilizzo dall’anno e mezzo in poi. Per cui sono giochi che vanno bene anche per bambini molto piccoli dato che sono dei cuboni abbastanza grandi da non risultare pericolosi. Al loro interno c’è un magnete che serve a far attaccare i cubi fra loro e creare così le varie forme.

 

magic cube princessFlor ha la versione per bambine, Magicube Princess dove si diverte a dare vita a delle bamboline-principesse. Oltre ai cubi, infatti, nella confezione trovate anche dei magneti componibili e scambiabili: gonnelline, coroncine, scarpe ecc.

Ma noi ci divertiamo anche con la versione base, composta da 4 cubi solamente (due con gli occhi). Abbiamo unite due confezioni e con otto cubi giochiamo a inventarci le forme degli animali.

giochi intelligenti bambini piccoli

Un rinoceronte e un elefante

“Mamma, cos’è questo?” mi chiede Flor. E io devo fare ricorso a tutta la fantasia del mondo per cercare di capire l’animale che ha in mente. A volte è facile intuire, a volte – devo dire – serve parecchia immaginazione…

Se non sapete cosa regalare a un bambino piccolo o se volete fare un regalo intelligente davvero azzeccato che vi assicuro verrà sfruttato tantissimo, vi consiglio i Magicube di GeoMag.

Ci tenevo a dirvelo perchè noi abbiamo la camera stracolma di giochi e, a essere onesta, Flor ne utilizza con costanza molto pochi. Tra questi ci sono sicuramente i cubi magici. Quando torna dall’asilo, subito dopo la merenda, gioca sempre un po’ con queste costruzioni. Io sono contenta perchè sono trenta minuti di televisione in meno e poi perchè, anche se rimangono in giro per casa, non sono un pericolo per Tiara che è in piena fase tutto in bocca.

Color magneti costruzioniGeomag è la stessa azienda che fa anche i famosissimi Color, le costruzioni magneti con le biglie …molto belli anche questi ma perfette per bambini un po’ più grandi delle mie (e poi con quelle palline in giro per casa, non vivrei più).

 

Flor ama costruire con i cubi anche delle torri altissime.

costruzioni magnetiche

Conoscete un bambino cui non piaccia fare le torri?

Insomma, provato e consigliatissimo.

Ed è per questo che ve ne ho parlato con piacere. Con questo gioco andate sul sicuro.

Li trovate nei negozi di giocattoli o su Amazon in vari modelli che contemplano tematiche in diversi (dalla giungla alla fattoria, castelli e tipi di frutta) in un numero variabile di pezzi.

 

 

costruzioni cubi